Sabato, 18 Novembre 2017

    Infiltrazioni mafiose nel mercato del pesce. Sgominato clan legato alla ndrangheta

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    I carabinieri del R.O.S. stanno eseguendo nelle province di Bari, Taranto e Barletta-Andria-Trani, nonchè in altre località del territorio nazionale, un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della Procura distrettuale antimafia di Lecce, nei confronti dei componenti di una frangia della sacra corona unita, indagati per associazione mafiosa, traffico di stupefacenti, estorsione, danneggiamento e altro.

    L’indagine ha fatto emergere, tra l’altro, collegamenti con la cosca ‘ndranghetista “bellocco” di Rosarno (RC) ed infiltrazioni nel mercato tarantino della vendita dei prodotti ittici, sia attraverso l’estromissione - con tipiche modalità mafiose - di altri operatori commerciali, sia attraverso  l’acquisizione di società fittiziamente intestate a prestanome.

    I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che sarà tenuta, presso la sede del comando provinciale carabinieri di taranto, alle ore 09.30 odierne

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    dolci_gusti.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    cpnneus.jpg
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati