Domenica, 25 Febbraio 2018

    Processo Scazzi, condannato il fioraio che ritrattò

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Condannato a due anni e otto mesi di reclusione per false dichiarazioni al pubblico ministero. È questa la pena inflitta a Giovanni Buccolieri, 45enne anni fioraio di Avetrana dal giudice Elvira di Roma. La sua posizione era stata stralciata dal processo madre per l’assassinio di Sarah Scazzi.

    La notizia della condanna è stata diffusa questa mattina dall’agenzia Ansa. Come molti ricorderanno Buccolieri raccontò ai carabinieri del sequestro di Sarah Scazzi e poi ritrattò sostenendo che le sue dichiarazioni erano solo frutto di un sogno e che era stato suggestionato dal clamore mediatico. Il pm Mariano Buccoliero aveva chiesto una condanna ben più alta per il fioraio, proponendo al giudice una reclusione quantificata in 4 anni.

    “Per l'omicidio della ragazzina, uccisa e gettata in un pozzo di contrada Mosca il 26 agosto del 2010 – ricorda l’Ansa -, sono state condannate all'ergastolo con sentenza passata in giudicato la cugina Sabrina Misseri e la zia Cosima Serrano, mentre sta scontando la condanna a 8 anni Michele Misseri per soppressione di cadavere”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati