Martedì, 16 Gennaio 2018

    110 chili di botti nascosti in casa. Denunciato 43enne tarantino

    Ennesimo sequestro di fuochi pirotecnici a Taranto. Nel pomeriggio di ieri, una squadra del nucleo investigativo del comando provinciale di Taranto, nel corso di una mirata attività ispettiva, ha proceduto al controllo di un condominio, nel rione Tamburi in cui si erano registrati, nei giorni scorsi, movimenti che avevano destato sospetti negli investigatori.

    I militari si sono concentrati sull’abitazione di un 43enne pregiudicato del posto All’interno della stessa hanno trovato - occultati dietro la porta della camera da letto -, 110 kg di materiale esplodente di vario tipo.

    “Il rinvenimento e le successive operazioni di sequestro, considerata la quantità e la tipologia del materiale (tutto di categoria F2 ed F3), hanno permesso – fanno sapere dall’Arma - di scongiurare i gravi rischi derivanti da una potenziale deflagrazione accidentale, ipotesi non lontana per del materiale pirico accatastato senza le prescritte cautele e misure di sicurezza”.

    Il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, distrutto vista l’instabilità delle polveri piriche contenute nei manufatti.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    IBLPartners_Cis_RB_Tassi_inGiu_Banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati