Martedì, 25 Settembre 2018

    Ingente sequestro di pane a Paolo VI In evidenza

    Saranno rimasti davvero basiti i militari dell’Arma impegnati a Paolo VI per un posto di blocco quando, dopo aver intimato l’Alt ad una vettura ed aver richiesto al conducente di aprire il portabagagli, si sono trovati difronte decine di chili di pane fresco ammassato in delle buste della spesa.

    Il posto di blocco, istituito per un normale controllo della zona periferica, aveva portato i militari a fermare una vecchia Jaguar con a bordo un uomo che, all’apparenza, non mostrava alcun segno di nervosismo.

    In pochi minuti si è tuttavia scoperto come l’auto fosse in assenza di regolare revisione, ma che fosse anche priva di copertura assicurativa. A quel punto i militari hanno deciso di far scendere l’uomo dalla vettura, e di procedere con una accurata perquisizione del mezzo.

    Come detto, una volta aperto il portabagagli, i militari si sono trovati difronte ad un quantitativo di pane bastevole per rifornire un piccolo panificio. Alle domande dei Carabinieri, circa la provenienza e la destinazione del prodotto, l’uomo ha fornito risposte evasive, che non hanno convinto i militari.

    Sul posto è dunque arrivato un carro attrezzi, che ha preso in consegna la Jaguar, adesso presente nel deposito comunale. Anche il pane, in assenza di bolle d’accompagnamento o di altri documenti utili, è stato dichiarato sotto sequestro.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati