Martedì, 25 Settembre 2018

    Furto di olive: in tre finiscono ai domiciliari

    Foto ufficio stampa Foto ufficio stampa

    I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Castellaneta hanno arrestato, in flagranza di furto aggravato in concorso tra loro, tre cittadini bulgari: un 26enne, un 48enne, ed un giovanissimo 18enne; i primi due domiciliati a Ginosa, il terzo a Castellaneta.

    Gli stranieri sono stati ammanettati nel corso di alcuni controlli dei carabinieri volti a prevenire e reprimere i reati commessi nelle zone di campagna, ed in particolare nelle zone coltivate ad uliveti. Tali controlli, come ogni anno, vengono intensificati in questo periodo dell’anno in concomitanza della raccolta.

    Durante una di queste perlustrazioni, effettuata nella contrada Lama di Vita in agro del comune di Ginosa, i militari hanno sorpreso i tre uomini mentre rubavano delle olive, che erano state raccolte all’interno di alcuni teli e caricate su un’autovettura con targa bulgara.

    I tre bulgari, dopo essere stati bloccati, sono stati condotti in caserma e dichiarati in arresto per furto aggravato in concorso. Le olive raccolte sono invece state restituite al legittimo proprietario, mentre i teli ed i sacchi, utilizzati per la commissione del reato, sono stati dichiarati sotto sequestro penale.

    Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, su disposizione del magistrato di turno, sono stati posti agli arresti domiciliari.

    Questa mattina il giudice, all’esito dell’udienza di convalida degli arresti, ha però disposto la remissione in libertà degli stessi.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati