Martedì, 25 Settembre 2018

    Lo accoltella, poi si ubriaca: arrestata una donna In evidenza

    Un litigio scaturito probabilmente per futili motivi, ma terminato con una accusa di tentato omicidio nei confronti di una donna 48enne residente a Massafra.

    Il tutto si è verificato nella tarda serata di ieri quando i Carabinieri della cittadina hanno dichiarato in arresto la donna, in flagranza di reato, ed hanno recuperato l’arma del delitto.

    La 48enne, che a quanto si è appreso viveva in un appartamento del centro storico assieme al patrigno 60enne, al culmine di una lite scaturita da futili motivi, ha impugnato un coltello da cucina ed ha colpito l’uomo con due fendenti ben assestati, uno all’addome e l’altro al torace.

    Ad allertare i Carabinieri è stato quindi un vicino di casa dei due litiganti, allarmato dalle urla e dal forte trambusto proveniente dall’appartamento di fianco al suo. I militari, una volta arrivati nello stabile, hanno trovato la 48enne in stato confusionale e la vittima, sanguinante, che giaceva dolorante sul letto con due ferite lacero contuse, di cui come detto all’altezza dell’addome e del petto.

    Sul tavolo della cucina c’era ancora l’arma del delitto, ossia un coltello dotato di una lama della lunghezza di circa 20 centimetri ancora intrisa di sangue. Arma bianca prontamente sequestrata e repertata dai militari.

    La donna invece, in evidente stato di ubriachezza, ha confermato ai carabinieri di aver accoltellato il patrigno con due fendenti, descrivendo il proprio atto come un tentativo di difendersi da un’aggressione da parte dell’uomo, che l’avrebbe colpita con due schiaffi al volto.

    Il 60enne è stato soccorso dai sanitari del 118 e trasportato all’Ospedale di Castellaneta, dove è giunto in gravi condizioni ma fortunatamente non in pericolo di vita. Al termine delle prime cure del caso il 60enne è poi stato trasferito al Policlinico di Bari in attesa di essere sottoposto ad un intervento di chirurgia toracica.

    La donna invece, condotta in caserma, è stata dichiarata in arresto e, su disposizione del pubblico ministero di turno dottor Remo Epifani, rinchiusa nella Casa Circondariale di Taranto.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati