Mercoledì, 20 Giugno 2018

    Marijuana e carte di credito rubate: arrestato un 56enne In evidenza

    Foto ufficio stampa Foto ufficio stampa

    Alla vista dei poliziotti ha tentato di disfarsi della marijuana in suo possesso, lanciandola nell’abitazione di fianco alla sua. Tuttavia, è bastato utilizzare un cane antidroga per ritrovare in pochi minuti quanto in possesso del pregiudicato.

    L’episodio si è verificato a Grottaglie dove gli agenti del Commissariato, nel corso di mirati servizi antidroga, hanno eseguito una serie di perquisizioni nei confronti di persone sospettate di trafficare sostanze stupefacenti.

    Durante l’operazione i poliziotti hanno dichiarato in arresto un 56enne grottagliese, già noto alle forze dell’ordine e con precedenti specifici.

    L’uomo è stato trovato in possesso di 250 grammi circa di marjuana, già confezionata in dosi e pronta per essere immessa sul mercato e distribuita soprattutto fra i giovanissimi.

    Allo scopo di sfuggire ai controlli il 56enne ha tentato di nascondere la sostanza stupefacente all’interno di un’abitazione confinante con quella di residenza.

    Gli agenti tuttavia, dopo essere riusciti a recuperare le chiavi d’ingresso dell’appartamento, che l’uomo aveva provato a nascondere nella sua camera da letto, sono entrati all’interno dell’abitazione confinante, al momento disabitata, e grazie anche al prezioso contributo di un equipaggio dei cinofili della IX zona di Polizia di Frontiera di Brindisi, sono riusciti a recuperare e un borsone contenente 250 grammi di sostanza stupefacente, di cui 10 dosi già confezionate, assieme ad un bilancino di precisione e 365,00 euro in contanti, probabile provento dell’attività di spaccio e tre carte di credito rubate.

    Insieme alla sostanza stupefacente è stato anche rinvenuto un biglietto sul quale l’uomo aveva segnato meticolosamente tutti gli incassi derivanti dalle dosi vendute giornalmente. Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Al termine delle formalità di rito l’uomo è stato dichiarato in arresto e condotto in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria di turno.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati