Giovedì, 13 Dicembre 2018

    Svaligiano un bar ma vengono intercettati dai carabinieri

    Sono stati intercettati dai Carabinieri quando, probabilmente, già pensavano di averla “fatta franca”. Ed invece si sono ritrovati con le manette ai polsi.

    E’ quanto verificatosi nella notte tra sabato e domenica scorsa a Monteparano, quando i militari delle stazioni di San Giorgio Ionico e Grottaglie hanno dichiarato in arresto quattro giovani di Lizzano, rispettivamente di 24 e 26 anni.

    Il tutto è avvenuto in piena notte, quando le gazzelle dell’Arma erano impegnate in perlustrazioni del territorio finalizzate alla repressione dei reati predatori ai danni delle attività commerciali.

    Ad un certo momento una “gazzella” dell’Arma, transitando per le stradine di Monteparano, ha notato una vecchia Fiat Uno con a bordo quattro giovani. Anche in considerazione della tarda ora, i militari hanno quindi deciso di intimare l’Alt alla vettura, procedendo ad un controllo sugli occupanti.

    Nel giro di pochi minuti i carabinieri hanno scoperto che i quattro trasportavano alcuni arnesi utili allo scasso assieme a monete e banconote di vario taglio, per un ammontare complessivo di circa 1.500,00€. Non sapendo dare spiegazione circa la provenienza di quel denaro, i militari hanno quindi provveduto a perlustrare la zona circostante, scoprendo poco dopo che i giovani si erano introdotti furtivamente in un bar di Monteparano, attraverso la forzatura di un lucernario. Una volta all’interno dell’attività commerciale, i ladri si erano impossessati del denaro contenuto in un cambia-monete e del contante presente all’interno di una slot machine.

    Se ciò non bastasse, un successivo controllo sulla Fiat Uno ha consentito di scoprire che anche l’auto era stata rubata ad un pensionato residente a Fragagnano.

    Dopo quanto appurato i militari hanno condotto i giovani in caserma dove, terminate le formalità di rito, sono stati dichiarati in stato d’arresto con l’accusa di furto plurimo aggravato in concorso, e posti agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati