Lunedì, 20 Agosto 2018

    Cerca di strangolare una donna; tentato omicidio in stazione

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Deve essere stata una Pasquetta da incubo quella vissuta da una donna aggredita nella stazione di Taranto da un pregiudicato tarantino senza fissa dimora.

    L’episodio si è verificato verso le ore 19.00 nei pressi del bar dello scalo ionico dove un 67enne, già noto agli agenti della Polfer, ha iniziato a sferrare pugni nei confronti di una donna e ha tentato di strangolarla mentre era riversa a terra, gridando al contempo “ti ammazzo”.

    L’intervento degli agenti in servizio si è rivelato provvidenziale: la vittima infatti aveva perso conoscenza ed era cianotica in volto. È stato quindi necessario rianimarla e chiedere successivamente l’intervento di una’ambulanza del servizio sanitario 118. Accompagnata preso il pronto soccorso dell’ospedale, alla stessa sono state riscontrate “tumefazioni da strangolamento” è stata dimessa con una prognosi di 7 giorni.

    Durante la denuncia, la signora – anch’essa senza fissa dimora - ha riferito  agli agenti di aver subito già altre aggressioni da parte dell’uomo L’ultima avvenuta la notte del 31 marzo, quando era stata picchiata con pugni al volto che le hanno provocato una vistosa ecchimosi all’occhio destro.

    Durante la perquisizione personale cui è stato sottoposto, il 67enne è stato trovato in possesso di due chiavi esagonali per aprire le porte dei treni. Dopo essere stato condotto in Questura è stato tratto in arresto. Dovrà rispondere di tentato omicidio e lesioni

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati