Mercoledì, 17 Ottobre 2018

    Orologi Rolex falsi, coinvolto anche un tarantino

    Foto Ufficio Stampa GdF Foto Ufficio Stampa GdF

    L’hanno chiamata operazione ‘Frankenstein‘. Si tratta di un presunto giro di riciclaggio e ricettazione di orologi di lusso contraffatti che coinvolgeva le province di Brindisi, Taranto e Napoli. Secondo quanto emerso, gli orologi venivano commercializzati in tutta Italia ed anche in diversi Stati europei.

    Le indagini hanno alzato il velo su di un complesso sistema di contraffazione e ricettazione. Mediante assemblaggio e sostituzione di pezzi non autentici con movimenti e parti originali di costosissimi orologi venivano ricreati orologi dalle sembianze molto simili agli originali. Parliamo di Rolex ed Omega.

    Gli orologi così assemblati venivano corredati dai certificati di proprietà ed altri accessori tutti “contraffatti” e di ottima fattura, difficilmente riconoscibili dai normali acquirenti truffati.

    La certezza dell’alterazione degli orologi è stata avvalorata nel corso delle indagini dai periti delle famose maison orologiere appositamente interessate. Successivamente, è stato acclarato che i preziosi, venivano, poi, rivenduti da una oreficeria della provincia brindisina ad ignari clienti o ad altre imprese che, a loro volta, li immettevano sul mercato.
    Sono 9 le persone segnalate all’autorità Giudiziaria che, a vario titolo, hanno agevolato le attività illecite. Sei invece quelle finite in custodia cautelare.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati