Domenica, 24 Giugno 2018

    Mette mobili rubati su Facebook, poliziotti si fingono clienti e lo arrestano

     

    Dopo il colpo aveva messo la refurtiva su Facebook allo scopo di venderla, ma la proprietaria ha riconosciuto gli oggetti e lo ha denunciato. Ad incastrarlo ci hanno pensato invece le indagini condotte dalla Polizia di Stato. Così un 38enne è stato denunciato alla procura della Repubblica.

    Le indagini sono partite dopo la denuncia di una signora residente a Taranto alla quale avevano completamente svaligiato una villa sita nel comune delle ceramiche.Da un primo sopralluogo i poliziotti avevano constatato l’assenza di particolari segni di effrazione alla porta d’ingesso dell’abitazione. La vittima, dopo alcuni giorni dal furto, aveva però avvertito gli investigatori di aver riconosciuto alcuni suoi mobili in vendita su di una pagina Facebook. Acquista la notizia, i poliziotti si sono finti acquirenti e sono riusciti a incontrare nella borgata di Talsano il venditore. Da quest’ultimo si è poi cercato di risalire al fornitore della refurtiva.

    Attraverso un altro commerciante di mobili usati si è arrivati al responsabile del furto che è risultato essere una persona di fiducia della vittima, incaricato della manutenzione della villa ed in possesso delle chiavi.

    L’uomo è stato rintracciato e accompagnato negli uffici del Commissariato. Messo davanti ad inconfutabili indizi di colpevolezza, non ha potuto far altro che ammettere le proprie responsabilità. Quasi tutta la refurtiva è stata recuperata e consegnata alla vittima.

     

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati