Domenica, 24 Giugno 2018

    Corsa nella notte a fari spenti: investito un giovane in gravi condizioni In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Prende l’auto dei genitori senza avere la patente, corre per la città a folle velocità, cercando di seminare una pattuglia, investe un pedone e infine si schianta contro un muro.


    È questo il riassunto di una notte di follia, quella vissuta da un giovane di 24 anni che ha provocato il panico in città e lesioni gravissime al malcapitato che si trovava sul suo cammino nella notte tra sabato e domenica.
    Tutto è iniziato con una segnalazione alla sala operativa della Polizia di Stato: agli agenti viene comunicato che il giovane si era allontanato dalla sua abitazione a bordo dell’auto dei genitori pur non avendo mai conseguito la patente. Dopo circa dieci minuti, il sistema di geolocalizzazione satellitare dell’antifurto dell’auto ha consentito alle volanti di intercettare la vettura in viale Virgilio. Dopo aver notato le auto che si erano messe sulle sue tracce, il ragazzo ha continuato la marcia ed aumentato la velocità, zigzagando contromano.
    Ne è scaturito un inseguimento che ha visto l’auto in fuga sfrecciare a folle velocità tra le vie cittadine, creando gravi pericoli per l’incolumità pubblica. Su viale Ionio, in direzione San Vito, il pirata della strada, procedendo contromano, ha investito un 28enne tarantino, che si trovava a ridosso delle auto parcheggiate, sbalzandolo di una ventina di metri. Nonostante ciò, l’investitore ha proseguito la fuga, sempre a fari spenti, sino a Leporano dove si schiantato contro un muro.
    Dopo le cure sanitarie il giovane è stato sottoposto al provvedimento di arresto. Il 28enne investito è stato trasportato in codice rosso al pronto soccorso. Nel proprio comunicato, la Polizia parla di “esiti levisi gravissimi”, lasciando intendere che le sue condizioni siano molto preoccupanti.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    ibl_new.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    ibl_new.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati