Lunedì, 24 Settembre 2018

    Riscuotere la pensione della madre morta, truffa da 85.000 euro

    Ha continuato a percepire indebitamente la pensione dellamadre, della quale era tutrice, anche successivamente al suo decesso, avvenuto nell’anno 2012.

    A finire nei guai una donna di 59 anni originaria di Torricella, ma da tempo residente in Toscana. Non avendo provveduto a comunicare la notizia all’I.N.P.S., ha indotto in errore l’ente previdenziale, continuando a ricevere sul proprio conto corrente postale gli accrediti mensili pensionistici, pari a 1.000. Sei anni nei quali ha intascato 85 mila euro pur senza averne diritto.

    L’ indagata è stata denunciata all’autorità giudiziaria per truffa aggravata ai danni di Ente pubblico (art. 640, comma 2, del C.P.). Ad eseguire le indagini ci hanno pensato i militari della Guardia di Finanza della compagnia di Manduria che nei confronti della 59enne hanno inoltre eseguito un decreto di sequestro preventivo “per equivalente”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati