Giovedì, 13 Dicembre 2018

    Rottami ferrosi, sequestrato deposito di 2mila metri quadri

    Sequestrata un’area portuale di circa 2000 metri quadrati data in concessione dall’Autorità di sistema portuale ad una società che commercializza ferro in Italia ed all’estero. Nell’area oggetto di sequestro erano state stoccate circa 150 tonnellate di rottami ferrosi pronti per inviati via mare.


    Dall’analisi dei materiali e dagli accertamenti effettuati con l’ausilio dei chimici del porto e dell’ARPA è emerso che gli stessi presentavano macroscopiche incongruenze rispetto a quanto dichiarato dal produttore e pertanto apparivano prive di ogni requisito di legge per il successivo imbarco.

    Il prodotto, dalle prime attività di indagine, era destinato ad acciaierie situate all’estero. Il titolare e il rappresentate legale della società sono stati deferiti all'autorità giudiziaria. Le ipotesi di reato al vaglio della magistratura sono: traffico illecito di rifiuti ed inquinamento dovuto alle modalità di stoccaggio non regolari.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati