Giovedì, 06 Agosto 2020

    Supermarket della droga, tre arrestati

    Sono tre in tutto i tarantini che la Polizia di stato ha tratto in arresto per il reato di spaccio di stupefacenti. I tre, rispettivamente classe '85, '86 e '75 avevano messo in piedi una fiorente attività di spaccio in due distinti stabili siti in via Morrone e via Trieste.


    Durante i ripetuti servizi di appostamento, gli agenti hanno potuto constatare che l'attività di spaccio veniva svolta in modo continuativo durante tutte le ore della giornata. Al fine di non destare sospetti, l’attività di spaccio veniva svolta periodicamente in entrambi gli stabili sotto sorveglianza.

     L’abitazione di via Morrone era protetta da un sistema di videosorveglianza. Una microtelecamera era celata all’interno del montante della finestra del pianerottolo della scala d’accesso al palazzo mentre l’altra era murata sopra la porta d’ingresso dell’abitazione. Inoltre, l’appartamento era protetto da una porta blindata preceduta da una seconda porta cancello, utilizzata per tutelare l’attività di spaccio: si impediva così il contatto diretto tra il venditore e l’acquirente.

    La squadra dei Falchi ha deciso di intervenire e di procedere ad un’irruzione nell’appartamento per effettuare una perquisizione domiciliare.

    All’interno dell’appartamento, hanno immediatamente bloccato i tre soggetti segnalati. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare sono state sequestrate 45 dosi di cocaina, già confezionate e pronte per la vendita, per un peso complessivo di circa 15 grammi.

    All’interno di un cofanetto in plastica, è stata rinvenuta la somma di 240 euro suddivisa in banconote di vario taglio che è stata sequestrata in quanto probabile provento dell’illecita attività. Dopo le formalità di rito, i tre soggetti sono stati arrestati e trasferiti presso la Casa Circondariale di Taranto.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati