Martedì, 26 Marzo 2019

    Operazione 'Madame', arrestato a Vercelli il capobanda

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Si è chiuso il cerchio delle indagini introno al giro di prostituzione che diede il via all'operazione 'Madame'. Operazione che si era conclusa nel gennaio scorso con l'arresto di quasi tutti i componenti del sodalizio. Unico a sfuggire alle maglie della giustizia era un cittadino rumeno in posizione sovra ordinata rispetto agli altri.


    L'uomo si trovava a Vercelli quando è stato arrestato. Lo hanno rintracciato gli agenti della squadra mobile presso l’abitazione di una donna che gli forniva ospitalità.

     Al vertice del sodalizio vi erano due uomini, entrambi reclusi in Francia, presso il carcere di Lyon Corbas, per gravi reati contro la persona, fra cui anche quello di tratta di esseri umani ed associazione a delinquere.

     Dal carcere in cui erano detenuti, i due hanno gestito a distanza (via Internet) il business della prostituzione. Da alcuni video postati su profili Facebook a loro riconducibili, si poteva comprendere chiaramente che, nel corso delle registrazioni, si trovavano entrambi all'interno di una stanza dalle caratteristiche di una cella carceraria.

    Ora anche l'ultimo componente della banda è finito in carcere.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati