Domenica, 22 Settembre 2019

    Guardia Costiera sequestra 20 chili di cetrioli di mare

    Sequestrati all’alba dalla Guardia Costiera di Taranto 20 chili di oloturie, i cosiddetti cetrioli di mare. Il prodotto ittico è stato trovato all’interno del bagagliaio di un’auto guidata da un pescatore di frodo, che dunque è stato denunciato all’autorità giudiziaria. Le oloturie sono state rigettate in mare perché ancora in vita. Tale operazione è stata condotta per combattere il deturpamento ed il danneggiamento dell’ecosistema marino.

    I militari ricordano che “gli esemplari della classe delle Holothuroidea, difatti, rientrano tra le specie marine protette la cui pesca è vietata dal decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Territorio del 27/02/2018. Le ricerche scientifiche effettuate dal C.N.R. hanno evidenziato il ruolo centrale di tale specie nella produttività dell’ecosistema marino, la cui pesca indiscriminata è causa di gravi ed irreparabili danni all’ambiente marino, nonché di diminuzione della biodiversità ed alterazione degli equilibri ecologici”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati