Domenica, 22 Settembre 2019

    Sfruttava lavoratori nella raccolta dei pomodori: in manette un 39enne In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Nuovo episodio di caporalato a Ginosa. Un uomo di 39 anni, originario della Tunisia, è stato arrestato dai Carabinieri per aver sfruttato cinque lavoratori nei campi in contrada Passo Giacobbe.

    I lavoratori, due regolari del Niger e tre senza permesso di soggiorno ed assunti in nero, raccoglievano pomodori in precarie condizioni igieniche ed in violazione alle norme contrattuali di salute e sicurezza sul lavoro. Inoltre, percepivano una retribuzione inferiore a quanto previsto dalla legge per circa 10-12 ore lavorative. Il ‘caporale’, sottoposto ai domiciliari, deve rispondere di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. I cittadini maliani sono stati avviati all’ufficio stranieri della Questura di Taranto.
    Denunciato in stato di libertà anche un 58enne di Laterza, utilizzatore non presente sul luogo, per gli stessi reati dell’arrestato. Contestate nei suoi confronti violazioni amministrative per 38 mila euro ed ammende per 35.872,37 euro. Sospesa la sua attività imprenditoriale.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati