Stampa questa pagina

Minaccia di morte i genitori ed aggredisce i poliziotti: 40enne in manette

Un pregiudicato tarantino di 40 anni è finito in manette per aver minacciato di morte i familiari ed aver aggredito i poliziotti. Gli episodi di violenza si sono verificati in via XXV Aprile, al quartiere Paolo VI.

A chiamare il 113 la sorella del 40enne, visto che quest’ultimo era intento a minacciare i genitori. Una volta giunti sul posto, gli agenti sono stati aggrediti dal pregiudicato, che è stato immobilizzato con non poche difficoltà.

Il 40enne aveva sferrato pugni alla madre nei giorni scorsi

In due distinti momenti, aveva aggredito in malo modo la madre, prima sferrandole dei pugni al volto che le avevano provocato la rottura di alcuni denti e poi cercando di colpirla con un’accetta. L’uomo, ritornato poi a casa dei genitori, aveva sfondato il portone d’ingresso del condominio e poi preso a calci la porta blindata dell’appartamento con l’intento di entrarvi.

Condotta violenta anche negli uffici della Questura

Pertanto, dopo quanto accertato, il 40enne, tossicodipendente e in cura presso una comunità di recupero dalla quale si era allontanato nei giorni scorsi, è stato condotto negli uffici della Questura dove ha continuato imperterrito nel suo atteggiamento estremamente violento ed insofferente. Dopo le formalità di rito, il 40enne è stato arrestato e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, accompagnato presso la locale Casa Circondariale.

Vota questo articolo
(1 Vota)