Giovedì, 27 Febbraio 2020

    Soccorso in mare dei Carabinieri: salvato un natante

    Nella serata di ieri, mercoledì 27 agosto, una motovedetta dei Carabinieri di Taranto ha tratto in salvo un natante, un tarantino di 51 anni che, finito in mare, rischiava di affogare. 

    Intorno alle ore 20 a Manduria, in località Torre Ovo, sono stati i militari ad accorgersi di un catamarano in difficoltà a circa due miglia dalla costa. e apparentemente senza nessun uomo a bordo. Spezzatosi in due l'albero maestro, è stato immediato il soccorso della motovedetta 818 "Condotto" dei Carabinieri allertati dalla situazione anomala. Avvicinatisi all’imbarcazione hanno scoperto in mare un uomo aggrappato alla pedana della barca, ormai allo stremo delle forze. I Carabinieri l'anno subito soccorso, ma le operazioni si sono rivelate molto difficoltose, in quanto un cavo di acciaio dell’albero spezzato era attorcigliato ad una gamba dell’uomo, impedendogli qualsiasi movimento. Soltanto con l’aiuto di una tronchese, che gli operatori hanno in dotazione a bordo della motovedetta, è stato possibile liberare il naufrago, che è stato portato in salvo e trasportato sul natante dell’Arma.

    L’uomo era in ipotermia, ma l’immediato soccorso dei Carabinieri gli ha permesso di riprendere le forze sino all’approdo sulla terra ferma. L’imbarcazione in avaria è stata trainata e ormeggiata presso una banchina in località Torre Ovo. 

     

     

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati