Domenica, 24 Gennaio 2021

    Armi e droga nella poltrona: in manette insospettabile 26enne

    Un giovane incensurato di 26 anni è finito nella rete dei Falchi della Squadra Mobile. Nella sua abitazione, nel corso di una perquisizione effettuata al termine di una accurata attività di polizia giudiziaria, gli agenti hanno trovato quasi un chilogrammo di marijuana, 300 grammi di hashish, pistole clandestine e munizioni.

    Da qualche tempo l’uomo era finito sotto la lente degli agenti: il sospetto era che fosse “corriere della droga” dedito, in particolare, a trattare marijuana e hashish, che
    provvedeva anche a smerciare a piccoli pusher del capoluogo.

    Il giovane, più volte al giorno, si spostava dalla propria abitazione in via Diego Peluso per raggiungere un appartamento in via Crispi, ove si intratteneva per pochi minuti per poi andar via in tutta fretta.

    I poliziotti hanno bussato alla porta dell’abitazione di via Diego Peluso e, alla presenza del giovane, effettuato una perquisizione con esito negativo. E’ stata però ritrovata la chiave dell’appartamento di via Crispi, subito perquisito. Unico arredo una poltrona, celati al suo interno numerosi involucri contenenti infiorescenze di marijuana per un peso complessivo di circa 1 chilogrammo, circa 300 grammi di hashish oltre a tutto il materiale necessario per il confezionamento dello stupefacente (un bilancino
    elettronico di precisione, rotoli di pellicola trasparente e di alluminio, bustine di cellophane ecc.).

    Ritrovata anche una pistola clandestina modello GLOCK 9 mm, due revolver e circa 60 proiettili.

    Il materiale rinvenuto è stato sequestrato e il giovane arrestato per i reati di detenzione di armi clandestine e di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, dopo le formalità di rito, portato presso la locale Casa Circondariale.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati