Mercoledì, 03 Marzo 2021

    Controlli nel weekend della Guardia Costiera: scattano sequestri In evidenza

    Nel weekend appena trascorso diversi sono stati i controlli effettuati dalla Guardia Costiera di Taranto. Accertate violazioni in materia di pesca e diporto e illeciti legati alle regole anti-coronavirus.

    Sabato 14 novembre nei pressi del fiume Chidro, a San Pietro in Bevagna, i militari hanno sequestrato un piccolo battello pneumatico, usato per la pesca illegale; 4 reti da pesca, di cui 3 di lunghezza pari a circa 200 metri, 1 lunga circa 50 metri. Il pesce presente nelle reti è stato liberato e rigettato nel fiume in quanto ancora vivo.

    Domenica 15 novembre la Guardia Costiera ionica ha elevato diverse sanzioni per un valore totale di 2 mila euro, oltre a porre sotto sequestro un gommone con relativo motore. Diverse le violazioni contestate, dal divieto di spostamento da un comune diverso da quello di residenza senza giustificato motivo alla mancanza dei previsti documenti di bordo e alla navigazione in aree non consentite.

    Infine, nella giornata di oggi, lunedì 16 novembre, il mezzo navale dipendente CP264 ha sequestrato 2 palangari, composti rispettivamente da 250 e 100 ami, poiché posizionati in un’area interdetta alla pesca, dove questi attrezzi costituiscono un serio pericolo per le specie marine presenti.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati