Mercoledì, 03 Marzo 2021

    Sfruttavano braccianti agricoli, 6 persone ricevono avvisi conclusione indagini

    Sei persone, quattro donne e due uomini, hanno ricevuto dalla Squadra Mobile e dal commissariato di Manduria avvisi di conclusione indagini e avvisi di garanzia. Sono accusate di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, ovvero il cosiddetto caporalato.

    Per simulare l’attività illecita avevano adibito un chiosco a vendita di angurie

    I fatti fanno riferimento all’estate scorsa, quando furono controllati alcuni braccianti agricoli originari della Tunisia e della Romania, che raccoglievano angurie in un terreno lungo la strada Maruggio-Sava. Sin da subito gli agenti capirono che si era in presenza di sfruttamento di manodopera. Per simulare l'illecita attività avevano adibito un chiosco a vendita di angurie lungo la strada proprio in corrispondenza del campo di raccolta: l'agevole posizione era funzionale per l'osservazione costante di tutto il terreno e soprattutto dei braccianti, giustificando la loro presenza quali commercianti di frutta, seppure abusivi.

    I lavoratori sfruttati non avevano dispositivi antinfortunistici e lavoravano oltre le ore stabilite dalla contrattazione collettiva di settore

    I lavoratori sfruttati furono costretti a trascorrere le prime tre notti all’interno del campo nei pressi di alcuni ruderi per poi essere collocati, tutti, all’interno del garage di uno degli indagati, luogo privo di infissi, di servizi igienici e di acqua potabile all’interno del quale erano stati creati dei giacigli di fortuna, non idoneo ad ospitare persone. Inoltre, i braccianti erano sprovvisti di dispositivi antinfortunistici e non erano stati sottoposti a visita medica. È stata anche contestata l’assoluta violazione della normativa sugli orari di lavoro atteso che i turni di lavoro avevano una durata di gran lunga superiore a quella prevista dalla contrattazione collettiva di settore, senza la previsione di alcun periodo di riposo.

     

    Informazione Pubblicitaria
    Kyma ingegnerizzazione

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati