Il Movimento 5 Stelle presenta il suo programma «concreto e innovativo, scritto dai cittadini» In evidenza

Martedì, 16 Maggio 2017 10:14
Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

Il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Francesco Nevoli, ha presentato il programma, «scritto con la collaborazione dei cittadini».

Francesco Nevoli, figlio dell'assessore ai Lavori Pubblici della giunta Di Bello, sulle pagine della Gazzetta del Mezzogiorno, in un'intervista rilasciata a Fabio Venere, chiarisce una volta per tutte la polemica sorta intorno al suo cognome. «Mio padre è stato coinvolto in alcune vicende giudiziarie ma nessun magistrato l'ha mai condannato. E poi, neppure la Corte dei Conti ha mai bussato alla porta della sua casa». Nevoli, dichiara di bocciare «fortemente le scelte dell'amministrazione Di Bello. Comprese, quindi, quelle di mio padre. E poi- si legge ancora sul lungo articolo pubblicato sulla Gazzetta- c'è anche una questione tutta personale. I miei genitori, purtroppo si sono separati quando avevo poco più di tre anni e ho vissuto con mia madre, senza assorbire, se così si può dire, alcuna scuola politica paterna».

Detto questo, Francesco Nevoli, è entrato nel Meetup "Amici di Beppe Grillo Taranto" un anno fa e superate la fasi della "graticola" e delle "comunarie", è stato scelto come candidato Sindaco. (Gli altri due candidati del M5S, Bartolomeo Lucarelli e Alex Bello, hanno sottoscritto la lista). Nella sede del Meetup, in via Dante, questa mattina è stato presentato il programma per la città, «concreto e innovativo», sintetizzato in 10 punti. I punti salienti riguardano la chiusura delle fonti inquinanti e il reimpiego dei lavoratori per la decontaminazione del territorio e la riconversione economica. Si insiste sul turismo sostenibile, la valorizzazione delle periferie, la legalità e la trasparenza. È stato inoltre inserito nel programma «uno dei pilastri della politica economica e sociale del MoVimento 5 Stelle, il reddito di cittadinanza comunale, che è già realtà, in forma sperimentale, nei Comuni di Livorno, Pomezia e Castelfidardo, guidati dal M5S», spiega Nevoli.

Il programma
1. Reddito di cittadinanza: Anche a Taranto l’obiettivo è fornire, in via sperimentale, «un reddito di cittadinanza a carattere locale, perché “nessuno deve rimanere indietro”. Ci impegniamo a portare avanti questo progetto ambizioso di sostegno economico e sociale».  
2. Legalità e trasparenza: si lavorerà per la lotta alla corruzione e all'abusivismo, per il rispetto delle graduatorie per gli alloggi popolari e per cancellare il business dell'immigrazione. Poi lotta al gioco d'azzardo. La trasparenza sarà fondamentale «a cominciare dal Bilancio, (che oggi è disastrato), dove adotteremo uno strumento web per renderlo comprensibile a tutti».
3. Mobilità sostenibile e trasporto pubblico gratuito per disoccupati e studenti: le vecchie auto inquinanti lasceranno gradualmente il posto a biciclette, mezzi condivisi, auto elettriche e trasporto pubblico locale efficiente. «Vogliamo che gli studenti e i meno fortunati possano prendere il bus senza spese». Si pensa anche ad una metropolitana di superficie per collegare velocemente la città.
4. Valorizzazione delle periferie: «fondamentali nella Taranto che vogliamo», dice il candidato Sindaco. «Dovranno avere collegamenti puntuali, tutti i servizi fondamentali e strutture gestite dai cittadini rivolte al benessere e alla cultura».
5. Inclusione ed integrazione dei disabili: si mira all'approvazione dei piani di zona con una più ampia partecipazione della cittadinanza (sostegno ai disabili, lavorativo e psicologico); pano di eliminazione delle barriere architettoniche e accessibilità dei disabili alle spiagge, ai mezzi pubblici e a qualsiasi luogo di aggregazione sociale e sportiva.
6. Partecipazione dei cittadini alle scelte dell'amministrazione: attraverso referendum locali e un vero funzionamento delle consulte. «Strutture sportive, verde pubblico e mercati rionali saranno gestite insieme a chi vive i quartieri. Realizzeremo inoltre- fa sapere Nevoli- il bilancio partecipativo dove è la cittadinanza a dirci come investire a Taranto».
7. Smartà-Taranto Smart City: connessione veloce ad internet sul territorio comunale attingendo anche da fondi europei. Strutture modulari e intelligenti per illuminazione, trasporti, informazioni sulla città, software libero adottato dalla Pubblica amministrazione e massima inclusione delle fasce deboli.
8. Turismo sostenibile: «il turismo che vogliamo sarà quello che godrà dei meravigliosi paesaggi tarantini e della straordinaria storia millenaria rispettando l'ambiente. Punteremo a far conoscere Taranto per quello che è realmente: un meraviglioso fiore nato in mezzo al mare», riferisce il candidato Sindaco.
9. Micro, Piccole e Medie Imprese: si punta a potenziare gli strumenti per le imprese locali: Zona Franca Urbana, Distretti Urbani del Commercio. Si migliorerà lo sportello per le imprese, si favorirà l'artigianato locale e i piccoli commercianti avranno un vero dialogo con l'amministrazione.
10. Chiusura fonti inquinanti, riconversione economica e innovazione: «la rivoluzione del M5S a tutti i livelli istituzionali- fa sapere Nevoli- punterà a riconvertire economicamente Taranto nel rispetto dell'ambiente e dei diritti dei cittadini: ci impegniamo a fare la nostra parte usufruendo anche dei fondi europei». Dunque, reimpiego dei lavoratori per la decontaminazione del territorio, economia circolare, riqualificazione energetica, energie rinnovabili, innovative produzioni industriali e il Porto al servizio del territorio.

Vota questo articolo
(5 Voti)

 

Ultime notizie

Seguici su

Go to top