Domenica, 15 Luglio 2018

    Si pagherà per attraversare la città vecchia, le novità del Pums

    By Marco RUFFO Maggio 03, 2018 2680

    La città vecchia di Taranto trasformata in una zona a traffico limitato con pagamento di un pedaggio per il suo attraversamento? Non è fantasia, ma una delle idee contenute nel Piano della mobilità urbana che la Giunta di Taranto ha approvato e che presto potrebbe approdare in Consiglio comunale dopo i doverosi passaggi nella commissione Urbanistica.

    In sostanza l’idea è questa: per decongestionare il traffico che grava sulla città vecchia e che spesso rende impraticabile la “ringhiera” è necessario scoraggiare gli automobilisti dal percorrere l’isola facendo riversare il traffico sul ponte Punta Penna. Per questo, coloro che transiteranno su corso Vittorio Emanuele II e che attraverseranno l’isola in meno di 30 minuti (ovvero la maggior parte degli automobilisti) dovrà pagare una sorta di pedaggio.
    Non ci saranno però caselli e tagliandi come in autostrada. Tutto sarà affidato alle telecamere che registreranno i numeri di targa e invieranno gli avvisi di pagamento agli automobilisti.
    Una rivoluzione tra le rivoluzioni contenute nel Pums (il piano della mobilità urbana) che abbiamo visionato per voi e che vi riassumeremo attraverso una serie di articoli di prossima pubblicazione. Oggi ci concentriamo sulla città vecchia.

    Rivoluzione città vecchia

    La prima trasformazione dovrebbe riguardare la stazione ferroviaria attraverso la realizzazione di un sovrappasso ciclopedonale tra il terminal intermodale Croce, la stazione centrale (con accesso diretto ai binari) e l’asse pedonale di piazza Libertà – viale Duca d’Aosta, che garantirebbe la continuità spaziale e funzionale tra gli approdi del trasporto pubblico ferroviario ed automobilistico. Eccovi il rendering del sovrappasso.

    Ma non finisce qui. Il Pums propone la pedonalizzazione dell’asse piazza Libertà –viale Duca d’Aosta in modo da sottrarre alla circolazione privata (salvo abilitati e operazioni di carico e scarico merci in orari da stabilire) la porzione di viabilità interessata dall’intervento di pedonalizzazione. L’intervento principale consiste nella creazione di una grande rotatoria di 45 metri di diametro in sostituzione del complesso sistema di stop e precedenze oggi vigente nello slargo all’intersezione tra via Mercato Nuovo e viale Duca d’Aosta e via Cristoforo Colombo. Su questa rotatoria convergono e vengono smistate le principali correnti di traffico, incluse le corsie di servizio al terminal bus situato ai piedi del viadotto.

    E per arrivare il città vecchia? I pedoni attraverseranno ancora il ponte di pietra? Stando agli elaborati prodotti nell’ambito del piano, dovrebbe essere introdotto un passaggio pedonale parallelo rispetto al ponte che congiunga il terminal bus alla “ringhiera”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati