Giovedì, 13 Dicembre 2018

    Ilva, 200 potrebbero scegliere l'uscita anticipata In evidenza

    Sarebbero 200 gli operai Ilva pronti ad uscire anticipatamente dall'azienda. Si tratta, per il momento, di una cifra ufficiosa, ma già lunedì e martedì prossimi si potrebbe procedere con la sottoscrizione delle conciliazioni per i primi che hanno deciso di aderire alla procedura incentivata di esodo.

    Lo dichiara all'Agi il segretario della Uilm di Taranto, Antonio Talò. Ieri, i sindacati metalmeccanici e Arcelor Mittal hanno fatto il punto sugli 8.200 da assumere nel capoluogo pugliese rispetto ai 10.700 totali previsti dall’accordo di un mese fa al Mise. “Tra i primi 200, che restano in Ilva in amministrazione straordinaria e non transitano con Mittal, c’è ovviamente chi ha scelto volontariamente di dimettersi subito dall’azienda e chi, invece, ha comunicato che lo farà più in là. Hanno specificato tutto nel modulo di adesione alla procedura”, dichiara Talò. Per le uscite anticipate su base volontaria, l’accordo al Mise mette a disposizione un plafond di 250 milioni di euro. L’incentivo per lavoratore è di 100 mila euro lordi a scalare. Decresce man mano che trascorre il tempo di permanenza in azienda.

    A confermare l'interesse dei lavoratori nei confronti dell’incentivo per l’uscita volontaria è Valerio D’Alò, segretario Fim Cisl Taranto: “La maggioranza di quelli che hanno fatto la prenotazione vuole andare via subito e prendere il bonus da 100.000 euro lordi. E non sono solo lavoratori Ilva prossimi alla pensione, ma anche giovani".

    La Fiom Cgil intanto si prepara al congresso che si concluderà domani: "Ci sono dei compiti ancora da portare a termine - spiega Giuseppe Romano, segretario provinciale della categoria -. C'è la necessità di sviluppare una nuova fase di contrattazione sui contenuti dell'accordo firmato lo scorso 6 settembre, continuare a vigilare sulla questione ambientale e sulle sicurezza e, non da ultimo, battersi per la salvaguardia occupazionale e professionale dei lavoratori impiegati dalle ditte in appalto non solo nel segmento metalmeccanico".


    Per gli assunti, invece, le lettere con la proposta di assunzione dovrebbero partire intorno al 23-24 ottobre prossimo. Il confronto non è però concluso; riprenderà lunedì prossimo.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati