Domenica, 18 Novembre 2018

    Pistole taser ai vigili urbani? Non a Taranto

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    Nel decreto sicurezza del governo approvato al Senato e calendarizzato alla Camera per il prossimo 22 novembre, c’è un’importante novità all’articolo 19 del testo. Questo articolo prevede l’utilizzo in via sperimentale per sei mesi delle cosiddette pistole Taser da parte di due agenti dei vigili urbani, che lavorano in un capoluogo di provincia che contiene più di 100mila abitanti.


    Dunque, anche la città di Taranto rientrerebbe nella sperimentazione. Per saperne di più abbiamo contattato il comandante della Polizia municipale ionica, Michele Matichecchia, che ha fatto il punto della situazione: “Innanzitutto bisogna dire che non è obbligatorio, ma spetta al Comune decidere se voler sperimentare o meno queste pistole.


    Dovrebbero quindi essere inserite nel regolamento come strumento di difesa, ma noi siamo già dotati di normali pistole e di spray al peperoncino, quindi al momento non abbiamo proprio preso in considerazione questa ipotesi. Inoltre – conclude Matichecchia – occorre capire chi dovrà seguire i corsi di formazione. Ribadisco che per ora non siamo intenti a valutare l’uso del Taser, verificheremo comunque come si adopereranno le altre città a livello nazionale”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati