Mercoledì, 21 Agosto 2019

    Cgil e Anpi celebrano la Resistenza con uno spettacolo teatrale In evidenza

    Popoli Resistenti. E’ questo il nome dell’iniziativa con cui la Cgil di Taranto si appresta a celebrare la Resistenza. Non solo quella italiana, ma l’esperienza che di essa hanno fatto popoli e uomini distanti geograficamente, ma vicini nel comune sentire libertario.

    Musica, racconti e testimonianze si susseguiranno in un continuum narrativo capace di inanellare le esperienze dei fratelli Scholl della Weibe Rose (Rosa Bianca) in Germania, del capitano Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso che nel 1987 parlando all’Organizzazione per l’Unità Africana (OUA) decise di opporsi al debito di epoca coloniale e dell’arcivescovo di Santiago del Cile, Raúl Silva Henríquez soprannominato il “Cardinal del pueblo” che, negli anni successivi al colpo di Stato che esautorò Salvator Allende, fondò la vicaria della solidariedad, destinata a dare sostegno medico e legale a tutti gli oppositori del regime.

    L’evento che andrà in scena presso il teatro Fusco il prossimo 30 aprile, a partire dalle 10.00, nasce da una conversazione tra il senatore Giovanni Battafarano e Paolo Peluso, segretario generale della CGIL di Taranto. L’idea è quella di ricostruire non tanto, o non solo, il grande evento storico della Resistenza italiana, ma di “riannodare  - afferma Peluso - la memoria di “storie” individuali alla memoria collettiva di eventi, nel mondo e in diverse epoche, che hanno caratterizzato l’opposizione, in forme diverse, alla limitazione delle libertà civili e politiche, alle ingiustizie e all’oppressione dei popoli”. 

    Un lavoro corale svolto in collaborazione con l’Istituto Cabrini e con la storica Compagnia Teatrale Cesare Giulio Viola, che attraverso la voce e l’interpretazione di Marina Lupo, Pierfrancesco Nacca, Mariangela Lincesso e Franco Nacca, porterà in scena la paura, ma anche il coraggio dei resistenti narrati.

    Concluderà la mattinata del 30 aprile il concerto di Raiz (storica voce degli Almamegretta) con i Radicanto.

    Il 29 aprile, invece, sarà inaugurata la mostra dedicata alla Resistenza realizzata con il contribuito degli artisti dell’Associazione culturale “L’Impronta”. Il vernissage si terrà nella sede dell’associazione in via d’Aquino, 13.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati