Mercoledì, 19 Febbraio 2020

    Il molo polisettoriale a Yilport: domani la firma In evidenza

    La multinazionale Yilport è in rada e si appresta ad attraccare al porto di Taranto. Una metafora per dire che domani, dopo mesi di annunci, alle 16.00 verrà firmata la concessione con la quale l’Autorita di sistema portuale del Mar Ionio affiderà al gruppo turco il molo polisettoriale. La firma avverrà nel Castello Aragonese, sede di rappresentanza della Marina Militare, alla presenza dei vertici istituzionali locali. 
     
    Qualche giorno fa si è concluso l’esame del testo della concessione da parte dei legali dell’Autorità portuale e di Yilport che riavvierà gradualmente l’infrastruttura, riportandovi i traffici merci e container e riassorbendo a tappe il personale ex Taranto container terminal-Evergreen oggi in carico all’Agenzia del lavoro portuale. 
     
    Nei giorni scorsi è caduto anche l’ultimo ostacolo: il Tar di Lecce, dopo aver già negato mesi fa la sospensiva, ha definitivamente respinto il ricorso del consorzio Soutghate Europe Terminal che aveva impugnato gli atti e i provvedimenti dell’Authority di Taranto a favore di Yilport. 
     
    Attraverso finanziamenti pubblici stanziati nel corso degli anni e confluiti nel Cis (Contratto istituzionale di sviluppo), il molo polisettoriale è stato sottoposto a lavori di adeguamento con l’avanzamento della banchina con un sistema di palificazioni in mare. I lavori sono avvenuti in due tranche, inaugurati rispettivamente a luglio 2016 e ad agosto 2017. Oltre alla concessione a Yilport, il porto di Taranto potrà contare - per il proprio rilancio - sul decreto istitutivo della Zona economica speciale ed il via libera dato dalla Regione Puglia al piano regolatore.

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati