Lunedì, 16 Settembre 2019

    Il ‘Moscati’ ha una nuova sala d’attesa colorata per i pazienti oncologici

    Inaugurata una nuova sala d’attesa, denominata ‘La luce della speranza’, nell’unità operativa di Oncologia dell’ospedale ‘Moscati’ di Taranto. La stanza dispone di comode sedute, spazi dedicati alla lettura e alla conversazione ed è caratterizzata dalla presenza di murales e pareti tinteggiate con i colori della terra. La sala d’attesa è destinata ai pazienti oncologici, i quali potranno attendere visite e cure in un’area “non ospedaliera”. Lo scopo principale dell’Asl ionica è infatti quello di migliorare l’accoglienza ed il comfort dei malati in un luogo critico e difficile da un punto di vista psicologico.

    La scrittura cromatica sui muri è stata realizzata dall’Avo, l’Associazione Volontari Ospedalieri, mentre il murales è opera del maestro salentino Rosario Rosafio, il quale ha realizzato un raffigurato dai colori delicati, con l’effige del glicine, simbolo della pace ma anche della fragilità esistenziale, il cielo come segno di libertà e il sole come simbolo di speranza. Posizionato nella stanza il pianoforte acquistato grazie ai fondi raccolti nel primo memorial ‘Totò Negro’ svoltosi nello scorso mese di ottobre al teatro ‘Petruzzelli’ di Bari, alla presenza del governatore della regione Puglia, Michele Emiliano e dell’artista Albano Carrisi. Tutto il materiale occorrente per la realizzazione del murales è stato donato dalla ferramenta di Talsano dei fratelli Cosimo e Luciano De Quarto. La tenda posta nella sala d’attesa è invece stata offerta da Michele e Giuseppe Spadafino, titolari dell’omonimo negozio di viale Liguria. Il progetto è stato condiviso dalla direzione strategica del ‘Moscati’, con il dottor Salvatore Visconti, direttore del reparto, che ha collaborato in maniera attiva alla realizzazione dell’iniziativa.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati