Domenica, 22 Settembre 2019

    Corbelli resta commissario straordinario bonifiche Taranto fino al 2020 In evidenza

    Foto di repertorio Foto di repertorio Foto Studio R.Ingenito

    Il commissario straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto, Vera Corbelli, resterà in carica per un altro anno fino all’8 luglio 2020. A firmare il decreto di proroga del suo incarico è il sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri, Giancarlo Giorgetti, dopo la proposta avanzata dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. La Corbelli, secondo quanto specificato nel decreto, “non ha diritto ad alcun compenso e dalla sua nomina non derivano ulteriori oneri a carico della finanza pubblica”.


    Queste le motivazioni che avevano spinto Costa ad inviare l’8 luglio scorso la missiva a Giorgetti per la riconferma della Corbelli: “Il commissario Corbelli ha predisposto un percorso volto a costruire ed attuare un programma di misure a medio e lungo termine finalizzato alla bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione dell'intera area di Taranto, da attuarsi con i fondi all'uopo individuati e destinati alla contabilità speciale intestata al commissario stesso. L’incarico è necessario per proseguire – conclude il ministro dell’Ambiente -, senza soluzione di continuità, così da affrontare la problematica dell’inquinamento diffuso con un approccio di sistema, partendo dalle cause, valutandone gli effetti ed intervenendo sugli stessi”.
    Vera Corbelli, commissario straordinario dal 2014, svolge i seguenti compiti: interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto e successivamente integrato con piano di misure a medio e lungo termine L 20/215; attuazione dell’intervento di messa in sicurezza e gestione dei rifiuti pericolosi e radioattivi siti nel deposito ex Cemerad di Statte/ Taranto.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati