Sabato, 14 Dicembre 2019

    Tavolo Istituzionale Permanente a Taranto il 18 dicembre In evidenza

    Convocato a Taranto per il prossimo 18 dicembre il Tavolo Istituzionale Permanente. Ad annunciarlo è una nota del Mise. La convocazione è stata fatta dal ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, in qualità di presidente. Appuntamento in Prefettura a partire dalle ore 11.

    Di cosa si parlerà
    Tema centrale sarà la riconversione economica e sociale dell’area di Taranto. Saranno illustrati gli interventi programmati nel periodo 2020-2023 e sottoposti ad approvazione ulteriori iniziative.

    Chi parteciperà
    Al Tavolo Istituzionale Permanente si siederanno il ministero dell’Ambiente, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il ministero della Difesa, il ministero dei Beni e delle Attività culturali e turismo, il ministero della Salute, il ministero dell’Istruzione, il ministero delle Politiche agricole e forestali, il ministero per il Sud, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega ai Contratti Istituzionali di Sviluppo, la Regione Puglia, la Provincia, il Comune e la Prefettura di Taranto, i comuni dell’area tarantina, la Camera di Commercio ionica, l’Autorità portuale del Mar Ionio, il commissario straordinario per gli interventi di bonifica e i commissari straordinari di Ilva in amministrazione straordinaria.

    La reazione del Pd di Taranto
    “Non possiamo che esprimere soddisfazione per la convocazione del 18 dicembre del tavolo istituzionale di sviluppo in maniera permanente. E' stato raggiunto un primo importante obiettivo, reso possibile grazie al lavoro di pressione posto in essere dal Partito Democratico a tutti i livelli oltre che dal Comune di Taranto. Infatti, nei giorni scorsi la presenza di Maurizio Martina e successivamente del Segretario Nicola Zingaretti, nonché l'incontro della delegazione del PD ionico con il Presidente dei senatori PD Marcucci hanno avuto come denominatore comune la necessità che le risorse presenti nel Cis, oltre un miliardo di euro, fossero effettivamente spese. Va precisato, infatti, che nell'anno del governo gialloverde questo strumento si è riunito una sola volta ripercorrendo il solido lavoro fatto dall'allora ministro De Vincenti, ma senza avanzare dal punto di vista sostanziale.
    Oggi è arrivata la decisione condivisa di attivare un tavolo permanente per Taranto, che potrà essere la risposta giusta alle necessità della nostra comunità ionica. Inoltre, le maggiori risorse per l'Arsenale, la nuova linfa per il Marta, l'efficientamento della caratterizzazione della Città Vecchia sono alcune delle ulteriori direttrici che andranno implementate. Finalmente, si riparte con maggior vigore per Taranto e per la sua provincia. Noi saremo al fianco del Comune e di tutti gli attori che sapranno cogliere al meglio le opportunità di questo strumento – conclude il Partito democratico ionico -, messo in campo dai Governi Renzi e Gentiloni ed oggi finalmente fatto proprio dal Governo Conte 2”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati