Mercoledì, 22 Gennaio 2020

    Asl e MArTA: una visita al museo come terapia

    Foto Studio R. Ingenito Foto Studio R. Ingenito

    Sottoscritto dalla Asl di Taranto e dal museo MArTa un protocollo d'intesa della durata di tre anni, che ha l'obiettivo di realizzare azioni comuni per l'accessibilità e l'inclusione culturale, progetti sul rapporto tra arte e salute e per lo sviluppo di progetti di ricerca congiunti.

    Il progetto prevede visite guidate per i disabili all'interno del museo al fine di valutare scientificamente se ci siano concreti effetti sullo stato psico-fisico. È la prima volta che un protocollo simile sia attuato in Italia. Esperienze del genere sono in corso in Canada e negli Stati Uniti. Saranno interessate dall'iniziativa diverse categorie: sordi, non vedenti, bambini con patologie, malati oncologici, autistici ed anziani affetti dal morbo di Alzheimer. Entro 6 mesi saranno elaborati i primi dati scientifici.

    Inoltre, nelle sale d'attesa dei presidi ospedalieri alcuni monitor proietteranno per 2-3 ore filmati sulla storia del MArTA e di Taranto. Sarà anche fatto un nuovo studio scientifico sull'Atleta di Taranto attraverso Tac e radiografia. Il gruppo di lavoro si riunirà entro 10 giorni.

    Le dichiarazioni della direttrice del museo MArTA, Eva Degl'Innocenti

    "Da 4 anni portiamo avanti alcune attività sull'accessibilità e sull'inclusione culturale. Abbiamo osservato che le persone disabili si sentivano meglio dopo aver effettuato la visita al museo. Siamo molto contenti della proposta della Asl dedicata al rapporto tra arte e salute. Il progetto è molto ambizioso, mai fatto altrove. Il nostro massimo auspicio è che il medico curante possa prescrivere come terapia la visita al museo".

    L'intervento del direttore generale della Asl Taranto, Stefano Rossi

    "In una società anziana e fragile, è importante curare i pazienti affinché vivano bene gli ultimi anni della loro vita. Il museo può diventare un reparto di eccellenza dell' Asl di Taranto".

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati