La Cgil «rispedisce al mittente la proposta aziendale della cassa integrazione per circa 5000 lavoratori dell’Ilva di Taranto e chiede di aprire un tavolo di confronto al Ministero competente, cogliendo anche l’impostazione del Presidente della Regione Puglia Emiliano circa un coinvolgimento di tutte le istituzioni per ricercare una concreta risoluzione che tuteli occupazione, reddito dei lavoratori e salvaguardia ambientale».

In considerazione delle ingenti ripercussioni negative del maltempo anche per il settore dei lavoratori agricoli, la Uila Uil di Taranto chiede interventi ad hoc in aggiunta allo stato di calamità naturale da riconoscere ai comuni del territorio ionico colpiti dalla neve e dal gelo degli ultimi giorni.

Ultime notizie

Seguici su

Go to top