Lunedì, 16 Settembre 2019
    Redazione

    Redazione

    Dopo sette lunghi anni è arrivata la sentenza del Tribunale di Taranto che ha condannato i responsabili della morte di Carmela Cirella, la 13enne che il 15 aprile 2007 si tolse la vita lanciandosi dal balcone di un appartamento al rione Paolo VI, dopo esser stata violentata.

    L'azienda di Teleperformance ha consegnato nella giornata odierna, al centro d'accoglienza dell'ex mercato ortofrutticolo nel quartiere Tamburi e al comando della polizia municipale i prodotti di prima necessità per i profughi ospitati in città.

    Sono gli “Ilva Magique” l'ultima creazione artistica di Pep Marchegiani. Gli alberelli profumati al gusto di fragola, di mandorla, di platano e di ravanello, alcuni dei quali in versione gigante, campeggiavano per le aree e le strade nei pressi dello stabilimento siderurgico Ilva, considerato il complesso industriale più inquinante d'Italia.

    «Lo straordinario afflusso di profughi a Taranto, sbarcati dalle navi della Marina militare che stanno svolgendo uno straordinario lavoro per “Mare Nostrum” sta determinando il collasso del sistema di accoglienza».

    «La nostra città è diventata porto d'approdo dei tanti disperati che affrontano i rischi di un lungo viaggio e che si imbarcano su mezzi di fortuna per raggiungere territori dove sperano di costruirsi un futuro. Taranto ed i tarantini hanno dato prova della loro umanità mobilitandosi immediatamente in aiuto di questi fratelli senza chiedersi di quale nazionalità fossero e perché fossero qui».

    La sede di Taranto di Teleperformance, conferma la sua vocazione alla solidarietà anche in occasione dell’arrivo in città dei profughi dell’operazione Mare nostrum.

    Un patto tra Marina Militare e commercianti per il rilancio del capoluogo ionico. In seguito ad un incontro tra l'ammiraglio di squadra Ermenegildo Ugazzi,  il presidente provinciale di Confcommercio, Leonardo Giangrande ed il presidente di Federalberghi Taranto, Francesco Palmisano, si è infatti convenuto sulla necessità di considerare le cerimonie della Marina Militare, come una preziosa opportunità per un rinnovato sviluppo socio economico della città.

    È avvenuto nella notte, presso il Presidio Ospedaliero Centrale “SS. Annunziata,” l'espianto degli organi della ragazza sedicenne del rione San Paolo di Bari  deceduta a  seguito della caduta, avvenuta il 6 giugno scorso, dal parapetto della Rotonda del Lungomare di Taranto.

    Si rinnova l’intesa tra Amat e Marina militare alla quale guarda con molto interesse anche l’amministrazione comunale. 

    Intenso il lavoro dei Vigili del Fuoco che nella tarda serata di ieri sono stati impegnati in operazioni d'intervento fuori dal territorio tarantino. Alle 22 a Manduria è stato incendiato un portoncino d'ingresso di un'abitazione in via Achille Grandi. Sul posto è intervenuta anche la Polizia di Stato che dovrà indagare sulle dinamiche dell'incidente. Poco dopo la mezzanotte invece a Grottaglie, in via Fanigliulo, ha preso fuoco un'automobile. Per entrambi gli episodi è stata appurata la natura dolosa.

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati