Martedì, 25 Febbraio 2020
    Redazione

    Redazione

    È Michele Lastella il nuovo Capo di Gabinetto della Prefettura di Taranto. 

    Gran finale ieri sera, domenica 7 Settembre, per il Festival internazionale del cortometraggio “Taranto in short”.

    Per un'offerta ricettiva completa e destagionalizzata a Taranto Vecchia, l'Associazione Terra mantiene la parola e a distanza di qualche settimana dalla chiusura della kermesse estiva de "L'Isola che Vogliamo", comincia a lavorare su una proposta duratura di offerta turistico-ricettiva per l'Isola.Si riparte dunque dagli elementi di maggior successo della manifestazione estiva, ipogei e Luoghi del Gusto su tutti.

    Peacelink ha inviato una lettera al Presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz, al fine di chiedere un rinnovato impegno delle Istituzioni Europee nella questione che riguarda Taranto e l’Ilva.

    Si è celebrato questa mattina, 6 settembre, il 50° anniversario del gemellaggio fra la città francese di Brest e la città di Taranto.

    Le segreterie territoriali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti, alla luce della paventata sospensione generalizzata delle attività di movimentazione dei container della società TCT spa, proclamano lo stato di agitazione di tutto il comparto Marittimo-Portuale di Taranto.

    Il Movimento “Stop Tempa Rossa” denuncia l'immobilità politica dell'amministrazione comunale di Taranto che, ad oggi, ancora nulla ha fatto di concreto per opporsi alla realizzazione dell'insediamento petrolifero.

    Non si fa attendere la replica di Michele Pelillo al presidente di PeaceLink Alessandro Marescotti in merito alle dichiarazioni rese nel corso della direzione generale del Pd.

    È polemica tra gli ambientalisti e l'onorevole Michele Pelillo che nel corso dell'incontro della direzione regionale del Pd ha dichiarato che «la città è in preda agli sciacalli che si definiscono ambientalisti, ma che io definisco catastrofisti. E' un campo di battaglia difficilissimo dove il Partito Democratico sta facendo dei miracoli"».

    È allarme anche sul fronte Arsenale. Fino alla fine dell'anno in corso e per tutto il 2015 i lavori di manutenzione delle navi non potranno godere di risorse né ordinarie né straordinarie. Lo conferma il Capo di Stato Maggiore della Marina Militare, l'Ammiraglio Giuseppe De Giorgi al termine di un incontro con il Presidente di Confindustria Taranto Vincenzo Cesareo e con il Presidente della Sezione Navalmeccanica.

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati