Martedì, 25 Settembre 2018
    Redazione

    Redazione

    Il progetto della costruzione di un parco giochi a Taranto, proposto dall’artista romano Niccolò Fabi, si dovrebbe concretizzare in breve tempo. Stamane è stato infatti firmato un protocollo di intesa tra il Comune di Taranto, la fondazione “Parole di Lulù” e la fondazione “Pizzarotti”.

    E’ un tarantino di 36 anni l’autore della tentata rapina commessa ai danni di un tabaccaio nella serata di ieri a Talsano, intorno alle ore 23, e che è stato poi arrestato dalla Polizia.  L’uomo, Francesco De Leonardis, aveva inizialmente chiesto al negoziante una somma pari a 50 euro; il tabaccaio gli aveva risposto di no e quindici minuti dopo il malfattore si è ripresentato sul posto con il volto travisato, minacciandolo di consegnargli l’incasso di giornata con una pistola ed un piede di porco.

    Era il 5 gennaio 2015 e il Governo approvava uno dei decreti "salva Ilva". Nel testo c'era un passaggio riservato all'Arsenale di Taranto che recitava così: "I Ministeri dei beni e delle attività culturali e del turismo e della difesa, previa intesa con la Regione Puglia e il Comune di Taranto, predispongono, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, un progetto di valorizzazione culturale e turistica dell'Arsenale militare marittimo di Taranto."

    Le riprese a Taranto del film d’azione e thriller, “Six Underground”, diretto dal regista Michael Bay e distribuito da Netflix, non inizieranno nella giornata di oggi come erroneamente comunicato da alcuni organi di stampa, ma domenica 23 settembre. Anche il termine dei lavori non avrà luogo il 10 ottobre, ma il 6 dello stesso mese.

    Posticipo di un’ora del match Sarnese-Taranto, valevole per la seconda giornata di campionato del girone H di Serie D. I due club hanno trovato un accordo sulla modifica di orario e la Lega Nazionale Dilettanti ha accolto la richiesta dando il suo placet. Dunque, il fischio d’inizio è stato fissato alle ore 16 anziché alle ore 15.

    Più di cento persone hanno scelto di inaugurare le escursioni in mar Piccolo e mar Grande, effettuate a bordo della motonave Adria nel weekend appena trascorso.

    Divelte le recinzioni che proteggevano i campi e danneggiati gli ostacoli per le gare di atletica, la pedana e la zona di caduta del salto con l’asta. È questo il bilancio dell’ennesimo atto vandalico perpetrato ai danni di una struttura comunale. Questa volta a farne le spese è stato il Campo Scuola di Taranto, al quartiere Salinella.

    Dopo la protesta di alcuni genitori del quartiere Tamburi e di alcune associazioni ambientaliste, l’Arpa ha ritenuto utile diffondere i dati relativi alla campagna di monitoraggio volta a individuare la concentrazione di radon negli edifici scolastici. Un monitoraggio gratuito – precisa l’agenzia per la protezione ambientale – per l’effettuazione del quale, tutte le operazioni necessarie al posizionamento, ritiro e lettura dei dosimetri erano a carico del personale dell’Arpa. Un monitoraggio al quale sembrerebbe non abbiano aderito tutte le scuole invitate a farlo.

     

    Il divieto di accesso al parco Cimino non è più totale e si riduce solo parzialmente. Lo ha stabilito il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, con una propria ordinanza, al fine di garantire la prosecuzione delle attività di messa in sicurezza della pineta.

    Il pericolo di ulteriori cadute di alberi, secondo quanto comunicato da una nota ufficiale proveniente da palazzo di città, dovrebbe essere stato scongiurato attraverso l'abbattimento di venti alberi “pericolosi per la pubblica incolumità”. L’agronomo incaricato dal Comune ora potrà procedere con la verifica della stabilità di quelli restanti, battendo a tappeto l'intera superficie del parco.

    Oltre questo, la nuova ordinanza sindacale dà chiare indicazioni sulle modalità di riapertura di Cimino. “La parte transennata o delimitata da nastro – fa sapere il Comune - è perentoriamente inaccessibile a chiunque non rientri fra i soggetti chiaramente indicati nell'ordinanza (dottore agronomo incaricato/personale di custodia/impresa incaricata dell'abbattimento degli alberi pericolosi) che, comunque, hanno l'obbligo di adottare dispositivi di protezione individuale”.

    Il personale addetto alla custodia del parco, oltre a garantire l'osservanza del divieto assoluto di accesso alla parte interdetta, provvederà all'evacuazione immediata anche dalle parti accessibili nelle giornate in cui ci sia vento o pioggia e provvederà alla chiusura precauzionale in caso di allerta gialla o, comunque, di vento che superi i 60 kilometri orari.

    Tra un mese esatto dovrebbe approdare in città la carovana della Spartan Race che, nelle ultime edizioni, si è svolta prevalentemente nel parco e nel parcheggio antistante la pineta. Si lavora sodo, dunque, per rendere sicuro il tracciato di gara. Ma l’ultima parola spetterà al tecnico incaricato dall’amministrazione comunale.

    La  Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio delle province di Brindisi, Lecce e Taranto ha chiesto di rimuovere il murale realizzato da alcuni artisti in via Duomo.

    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati