Martedì, 17 Settembre 2019
    Redazione

    Redazione

    Il tecnico del Taranto, Nicola Ragno, non si fida del Nardò: "Sarà una gara difficile perché meritava di vincere in Coppa col Casarano e non meritava le sconfitte con Gravina e Fasano. È una squadra giovane, con 3-4 elementi validi, un gruppo solido alla ricerca di punti".

    Della nuova squadra di viceministri e sottosegretari del governo Conte II fa parte anche un tarantino. Si tratta del senatore Mario Turco, eletto con il Movimento 5 Stelle nella collegio elettorale che comprende la città capoluogo e l'intera provincia ionica. Per Turco e per la città di Taranto che da anni non vantava alcun rappresentante politico nelle alte sfere del Governo, arriva un riconoscimento di peso, ma anche di grande prestigio: la delega ottenuta dal senatore - già componente della commissione Bilancio di Palazzo Madama e poi nella commissione Industria - lo colloca a stretto contatto col presidente Conte alla Presidenza del Consiglio e riguarda gli ambiti della programmazione economica e degli investimenti.

     

    Due pistole calibro 9 con matricola abrasa e relativo munizionamento occultate nell’intercapedine tra il lavandino del bagno e il mobile sottostante, una pistola scacciacani munita di caricatore conservata in un comodino della camera da letto, 21 cartucce a salve ed un involucro di carta stagnola con 9 semi di canapa, 7 coltelli di varie dimensioni. Un vero e proprio arsenale sequestrato dagli agenti della Polizia di Stato in casa di un pregiudicato 54 di Taranto ora tratto in arresto. L'uomo dovrà rispondere di detenzione illegale di armi comuni da sparo clandestine, relativo munizionamento e ricettazione delle stesse.

     

    É un 21enne di nazionalità gambiana, con regolare permesso di soggiorno, il responsabile dell'aggressione ad un autista del Ctp verificatasi due giorni fa. Lo hanno individuato, fermato e denunciato gli agenti della Polizia di Stato. Ora dovrà per il reato di lesioni personali e di interruzione di pubblico servizio.

    Le due tarantine si affrontano alla prima giornata al "Comunale" di Talsano. Per i biancoverdi poi trasferta a Montemesola. Graniglia: "Rispettiamo tutti ma non temiamo nessuno". Nel test del giovedì 7 gol agli Allievi del Taranto

    Confermate dalla Cassazione, ad eccezione di due circostanze (una riduzione di pena a carico di Franco Scarci e lo stralcio di cui ha beneficiato Michele De Vitis per legittimo impedimento difensivo), le condanne emesse durante il processo di secondo grado scaturito dall'operazione antimafia ribattezzata Alias. Come riporta il Nuovo Quotidiano di Puglia di questa mattina, il verdetto della suprema Corte si è sostanzialmente allineato a quello della Corte d'Appello che a luglio dello scorso anno, a sua volta, aveva confermato quanto stabilito dal Tribunale di Taranto (ventidue condanne e dieci assoluzioni).

     

    Taranto si prepara ai festeggiamenti in onore di Maria Santissima Addolorata, a cura della omonima confraternita, che prenderanno il via ufficialmente questa sera. Si tratta di un appuntamento tradizionale e per questo molto sentito dai tarantini che venerano l'Addolorata non solo nei giorni del triduo pasquale, ma anche e soprattutto nella festa a lei dedicata che cade nella terza domenica di settembre.

     

    Si torna a trattare il 16 e 17 settembre. Fim, Fiom e Uilm, da una parte, e ArcelorMittal, dall'altra, porteranno avanti il confronto sulle unità da porre in cassa integrazione anche la prossima settimana. Lo si è deciso al termine dell'incontro di ieri in cui i sindacati dei metalmeccanici hanno chiesto all'azienda, per l'ennesima volta, di rivedere i numeri del personale coinvolto, nonché la rotazione dello stesso.

    Individuato e denunciato dai Carabinieri il responsabile dell’allarme bomba, rivelatosi falso, all’interno della raffineria Eni di Taranto. Si tratta di un pregiudicato di 41 anni di Leporano, operaio elettricista nell’area portuale ex Ilva, che deve rispondere dei reati di violenza privata e procurato allarme.

    Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha incontrato al Quirinale una delegazione di atleti italiani che hanno partecipato ai Mondiali di nuoto in Corea del Sud. Presente anche la 14enne nuotatrice tarantina, Benedetta Pilato, vicecampionessa del mondo nei 50 rana e oro ai Mondiali juniores di Budapest.

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati