Martedì, 17 Settembre 2019
    Redazione

    Redazione

    Per far partire la raccolta differenziata è necessario ripensare l'intera infrastruttura dedicata ai rifiuti. Niente più cassonetti per le strade; sì alle pattumelle condominiali o familiari. Non solo. A Taranto si è pensato ad un servizio "misto", un servizio che prevede contenitori automatizzati in città vecchia e al borgo (il perimetro di quest'area si estende sino a via Leonida) dove i cittadini dovranno smaltire i loro rifiuti dopo averli preventivamente separati ed un servizio di raccolta differenziata porta a porta nei restanti quartieri.

     

    Un flash mob per dire "no" all'ennesimo decreto 'salva Ilva'. L'appuntamento è per sabato 14 settembre, alle 18:00, in piazza della Vittoria. A promuovere questa nuova iniziativa di protesta contro le politiche governative volte a garantire la continuità produttiva dello stabilimento siderurgico ionico sono le associazioni LiberiAmo Taranto, Hermes Academy Onlus, Peacelink, Genitori tarantini, WWF Taranto, Comitato giù le mani dal nostro mare, Associazione Utòpia, Lovely Taranto Ets, Neopolites, Comitato cittadini ed associazioni pro aeroporto di Grottaglie, Pulsano d'Amare, Comitato donne e futuro per Taranto Libera, Arcigay Strambopoli QueerTown Taranto, Coordinamento Taranto Pride, Centro di Ascolto LGBTIQ+ di Taranto e Provincia, Sportello MigranTA e CasArcobaleno Taranto.

    Nei giorni scorsi è tornata a riunirsi la cabina di regia sull'università che vede riuniti il sindaco di Taranto, il direttore Generale del Comune di Taranto e i rappresentanti di Ateneo e Politecnico baresi per l’attuazione delle iniziative previste dalla convenzione su formazione e ricerca nel territorio ionico. Convenzione che prevede un finanziamento a carico dell'ente civico di 1,2 milioni di euro.

    Un uomo di 48 anni di Carosino è finito nei guai per aver creato un deposito di stoccaggio di materiale ferroso e di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) a San Giorgio Jonico, privo di autorizzazione. L’area di 3 mila metri quadri è stata posta sotto sequestro dai Carabinieri, mentre nei confronti del 48enne è scattata una denuncia in stato di libertà.

    La fase due del Reddito di cittadinanza è ormai partita la scorsa settimana. Per i beneficiari è tempo di firmare il cosiddetto Patto per il lavoro. Ad essere convocati dai Centri per l'impiego saranno non soltanto gli intestatari del Reddito ma anche i componenti del nucleo familiare maggiorenni che non sono occupati e che non frequentano un corso di studi. I dati indicano che la gran parte dei soggetti da avviare al lavoro risiede nelle principali regioni del sud Italia: in Puglia sono 50.904 i destinatari della misura.

    Sarà la Nac Costruzioni di Taranto ad occuparsi della manutenzione dei lastrici solari delle scuole comunali di Taranto. Lo ha stabilito una determina del 3 settembre, pubblicata oggi, che arriva al termine del percorso amministrativo avviato per la definizione di un accordo quadro annuale per le manutenzioni degli edifici scolastici.

    Dopo aver incassato la modifica della legge sullo scudo penale, ora circoscritto ai soli aspetti che riguardano il Piano ambientale, e aver chiarito di voler continuare ad investire nel sito di Taranto, ArcelorMittal è alle prese con due problemi piuttosto spinosi: lo stop dell'altoforno 2, la richiesta di cassa integrazione per 1395 lavoratori del siderurgico per altre 13 settimane ed il confronto con le imprese locali circa la revisione degli appalti esterni.

    Niente da fare per la karateka tarantina Silvia Semeraro, che non riesce a conquistare una medaglia nella ‘Premier League’ svoltasi a Tokyo, in Giappone.

    Varato il girone B del campionato di Prima Categoria. 9 le compagini tarantine che si sfideranno nel torneo 2019-2020: sono il Talsano Taranto, l’Atletico Martina, il Città di Massafra, i Ragazzi Sprint Crispiano, la Tre Colli, il San Giorgio, il San Marzano, il Lizzano e la Don Bosco Manduria.

    Sono 3 le compagini a punteggio pieno dopo le prime due giornate di campionato del girone H di Serie D. Si tratta di Fasano, Brindisi e Bitonto. Vi riportiamo qui di seguito risultati e classifica del turno appena trascorso:

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati