Martedì, 17 Settembre 2019
    Redazione

    Redazione

    Resta delicata la vicenda delle linee bus 4-14-16. Secondo quanto riferiscono le organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti e Faisa Cisal, l’Amat dall’1 ottobre tornerà ad esercitare il servizio finora offerto dagli autobus Ctp senza però inglobare i 40 lavoratori impegnati in queste linee. Ad avvisare i sindacati di questa novità è stato l’amministratore unico del Ctp.

    Temporanea frenata per quel che concerne la gestione del Palamazzola di Taranto. Nelle ultime ore, infatti, la direzione Pubblica Istruzione, Cultura e Sport ha revocato in autotutela la delibera di affidamento temporaneo della struttura sportiva in favore della Uisp. Ma cosa è successo?

     

    Ventiquattro bus lunghi e ibridi, ad alimentazione elettrica e gasolio, sono pronti ad entrare a far parte del parco mezzi dell'Amat. L'azienda per la mobilità urbana li acquisterà grazie al finanziamento da quasi 8 milioni di euro ottenuti con l'avviso pubblico regionale "Smart Go City". "Si tratta - fa sapere l'azienda - di mezzi moderni, dotati delle tecnologie che abbattono i gas di scarico velenosi riducendo l’impatto percentuale del traffico veicolare sul complesso dell’inquinamento ambientale delle città". Nelle varie città ammesse a finanziamento, quindi anche a Taranto, saranno così eliminati dalla circolazione i bus Euro 0-1-2 per ridurre le emissioni di carbonio.

    Quattro superamenti emissivi anomali provenienti dal camino E312 dello stabilimento siderurgico di Taranto. Tutti registrati ad agosto, in particolare nei giorni 5, 17, 18 e 19 agosto. E' l'Arpa Puglia a segnalarli in queste ore al Comune di Taranto, alla Prefettura, alla Regione Puglia e all'Ispra.

    Nascondeva la cocaina nel portabiancheria della stanza da letto, ma questo espediente non lo ha salvato. I Falchi della Squadra Mobile di Taranto che ne hanno perquisito l'abitazione hanno verificato se vi fosse dello stupefacente anche lì e lo hanno trovato. Due involucri di cellophane ciascuno dei quali conteneva 100 grammi di cocaina. Così è finito nei guai un 19enne tarantino già sospettato di essere un corriere della droga.

     

    E' stato pubblicato in gazzetta ufficiale il decreto legge 'Disposizioni urgenti per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali'. Si tratta del provvedimento governativo in cui è contenuto l'articolo destinato a modificare quanto stabilito dal decreto 'Crescita' in materia di immunità penale per ArcelorMittal. Vediamo dunque insieme cosa prevede.

    Schianto mortale di un’automobile contro un albero a Massafra, precisamente in contrada Pezzarossa. Due ragazzi massafresi di 19 anni che erano a bordo della vettura sono deceduti, mentre l’auto si è ribaltata.

    All'indomani della presentazione della richiesta di proroga della cassa integrazione da parte di ArcelorMittal, il quadro delle unità coinvolte appare più chiaro. I sindacati parlano di "copia e incolla" rispetto alla precedente richiesta e preannunciano che sarà difficile, anche questa volta, trovare un'intesa sugli ammortizzatori sociali.

     

    Dopo un mese dal suo annuncio, il decreto legge intitolato "Misure urgenti per la tutela del lavoro e la risoluzione di crisi aziendali” è stato firmato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Nel decreto, approvato dal Consiglio dei ministri lo scorso 6 agosto, sono contenute misure inerenti la modifica dell’immunità penale prevista dal precedente 'decreto Crescita', ma ancora non se ne conoscono i dettagli. Il testo non compare nelle bozze sinora circolate in rete per cui sarà necessario attendere la sua pubblicazione in Gazzetta ufficiale per capire quali effetti produrrà rispetto all'attuale quadro normativo.

    Dieci/dodici ore di lavoro per 20 euro. Era questa la retribuzione giornaliera che riceveva un 32enne di origini indiane per fare da pastore ad un gregge di 200 pecore. L'uomo era inoltre costretto a vivere all’interno di un fatiscente manufatto agricolo adiacente all’ovile privo di acqua e luce ed in precarie condizioni igienico-sanitarie.

    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati