Mercoledì, 14 Novembre 2018
    Redazione

    Redazione

    Denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Taranto, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, un 41enne, tarantino. I Carabinieri hanno notato che l’uomo, gestore di un circolo ricreativo ubicato nella città vecchia, dopo alcuni contatti con diversi ragazzi, si allontanava frequentemente dal locale per recarsi in un giardino recintato attiguo, facendo rientro subito dopo.

    L’udienza per decidere sulle nove richieste di rinvio a giudizio formulate dalla procura della Repubblica in merito alle ipotesi di disastro ambientale, distruzione e mancata bonifica di siti inquinanti collegate allo sversamento di rifiuti pericolosi nella gravina Leucaspide si terrà il 28 gennaio prossimo.

     


    Il confronto invocato dai sindacati sui criteri di assunzione di alcuni lavoratori in Am InvestCo avverrà l'8 novembre a Roma. Al Mise saranno presenti il ministro del Lavoro, Am Investco, la società di Arcelor Mittal, i commissari Ilva e i sindacati Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm, Usb, Ugl e Federmanager.


    Ieri i sindacati di Taranto si sono rivolti al ministro Di Maio chiedendo attenzione - e preallertandolo - in merito ai criteri di selezione del personale che dall’1° novembre passa dall’Ilva in amministrazione straordinaria al distacco presso Arcelor Mittal, criteri che per i sindacati, contengono anomalie evidenti.

     

    Sul tema, sempre ieri, sono intervenuti anche i parlamentari tarantini del Movimento 5 Stelle. "Am InvestCo - hanno affermato in coro - deve fornire risposte chiare e precise alle legittime istanze dei lavoratori dell’Ilva che in queste ore stanno avanzando dubbi sulle modalità con cui sono stati scelti coloro che dovranno transitare nella società facente capo al gruppo Arcelor-Mittal”.


    Per i parlamentari pentastellati Cassese, De Giorgi, Ermellino, Turco e Vianello, “a disciplinare il passaggio di consegne che si consumerà dal 1° novembre, vi è un accordo sottoscritto al Mise e ci sono le leggi dello Stato italiano che vanno rispettate alla lettera".

    Ennesimo incendio di auto a Taranto. Una Volkswagen Golf è stata data alle fiamme stanotte in zona borgo, precisamente in via Cavallotti. L’incendio ha avuto luogo mezz’ora dopo la mezzanotte.

    I criteri alla base dell'individuazione dei lavoratori Ilva da assumere in Am InvestCo iniziano a far discutere. Ad alzare la voce non ci sono solo gli operai che fanno parte del comitato 'Cittadini e lavoratori liberi e pensanti'. Ad accendere i riflettori sulla questione ci hanno pensato i sindacati dei metalmeccanici con una richiesta di chiarimenti posta sia all’azienda che al Mise in cui si parla di "gravissime anomalie rispetto all'applicazione dei criteri di legge". “C’è il rischio - afferma Valerio D'Alò, segretario provinciale della Fim Cisl - che sulla selezione del personale Ilva, tra chi ha avuto il distacco presso Arcelor Mittal Italia e chi è rimasto con l’amministrazione straordinaria in cassa integrazione, ci possa essere una pioggia di ricorsi”.

     
    È in stampa, e sarà disponibile a breve in tutte le zone strategiche della città, la nuova cartina tascabile dei principali luoghi d’interesse culturale della città di Taranto. 

    "L’attrattività della ZES (Zona economica speciale), ad oggi, sembra doversi principalmente basare su uno sforzo economico dei Comuni in cui le imprese andranno a localizzarsi". Non ha dubbi il vicesindaco ed assessore allo Sviluppo Economico, Valentina Tilgher, secondo la quale "così impostata, la ZES rischia di essere una opportunità perduta ed un ennesimo aggravio, per il Comune di Taranto, come per gli altri comuni, ancora una volta chiamato a vedersela con le proprie forze rispetto ad un progetto costruito altrove".

    Cinque milioni di tonnellate di rifiuti pericolosi e non pericolosi di origine industriale, raccolti in cumuli di oltre 30 metri di altezza. Sequestrata dalla fiamme gialle una maxi discarica di 530 mila metri quadrati al confine tra Taranto e Statte.

    "All’unanimità si è deciso di esprimere liberamente la propria volontà di voto". 'Noi con l’Italia' sceglie di non scegliere. Il gruppo che ha sostenuto la candidatura alla Provincia del sindaco di Sava, Dario Iaia - poi ritiratosi - non prende posizione nei confronti di uno degli attuali sfidanti: Melucci e Gugliotti.

    La città di Taranto è stata tempestata ieri da un fortissimo vento che ha causato la caduta di alcuni alberi. In tarda serata un albero è precipitato su un’auto in sosta in viale Magna Grecia, danneggiandola. Cadute di alberi si segnalano anche nel borgo, in via Principe Amedeo, in via Alberto Sordi e nella zona di Lido Bruno a San Vito.

    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati