Mercoledì, 23 Gennaio 2019
    Redazione

    Redazione

    Ieri pomeriggio, mercoledì 3 dicembre, a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico, si è raggiunto l'accordo tra la Marcegaglia Buildtech di Taranto e la Oltec di Torino. Questa mattina, i sindacati di Fiom, Fim e Uilm, hanno indetto un'assemblea con i lavoratori davanti l'ingresso dello stabilimento Marcegaglia.

    La Fim-Cisl Taranto Brindisi era presente a Napoli, nella giornata di ieri mercoledì 3 dicembre, per affermare il diritto al lavoro e alla salute.

    Continua il monitoraggio dell’aria di Taranto a cura di PeaceLink e che anche questa mattina ha rilevato la presenza di picchi elevati di Ipa cancerogeni tra le 7 e le 8 in situazione di stasi di vento, una condizione nella quale è facile che si verifichi un picco di questi inquinanti.

    Il Jobs Act è ormai legge. Ha infatti ottenuto la fiducia in Senato nella giornata di ieri, mercoledì 3 dicembre, con 166 voti a favore, 112 contrari ed un solo astenuto. 

    Due incendi d'auto, a distanza di pochi minuti l'uno dall'altro, si sono verificati in Provincia di Taranto, nella notte appena trascorsa.

    Le segreterie territoriali di Fim, Fiom e Uilm di Taranto hanno proclamato lo stato di agitazione nello stabilimento siderurgico tarantino, dal momento che «la vertenza Ilva si avvita sempre di più e gli annunci del governo non si traducono in azioni concrete».

    Si è svolta questa mattina, mercoledì 3 dicembre, in Prefettura, la riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica. Alla presenza del prefetto Umberto Guidato, del Sindaco di Taranto Ezio Stefàno, del Comandante della Polizia Municipale Michele Matichecchia e dei responsabili delle altre Forze dell'Ordine, si è discusso di prevenzione e contrasto all'abusivismo commerciale.

    Il sindaco Stefàno si rivolge al Prefetto di Taranto Umberto Guidato, perché tamite il suo interessamento, si solleciti il commissario Straordinario dell'Ilva Piero Gnudi, ad un maggior confronto e dialogo sulle questioni che riguardano lo l'Ilva di Taranto.

    Il Corpo Forestale dello Stato congiuntamente alla Guardia di Finanza, ha sottoposto a sequestro 19 pale eoliche e 3 cantieri in agro dei Comuni di Crispiano e Massafra in provincia di Taranto nonché al sequestro preventivo per equivalente di oltre 350.000 euro di contributi pubblici indebitamente percepiti mediante truffa da alcuni indagati ed erogati come contributi pubblici da parte del G.S.E. (Gestore per i Servizi Energetici) per l’energia prodotta.

    Il Sindaco di Taranto Ezio Stefàno ha inviato una lettera al Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi ed al Commissario per l'Ilva, Pietro Gnudi, nella quale esprime il proprio sostegno all'azione delle sigle sindacali di Fiom Cgil, Fim Cisl E Uilm Uil, che hanno chiesto un incontro con il Ministro sulle recenti questioni riguardanti lo stabilimento siderurgico di Taranto.

    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati