Sabato, 16 Febbraio 2019
    Redazione

    Redazione

    Resterà a Taranto il processo Ilva “Ambiente Svenduto”nel quale sono imputate 52 persone per disastro ambientale.

    Esprimono grande soddisfazione i due consiglieri regionali, Anna Rita Lemma (Pd) e Alfredo Cervellera (Sel) dopo che la Giunta regionale ha ufficialmente chiesto al Governo di rivedere il decreto ministeriale autorizzativo per Tempa Rossa.

    Una ragazza è stata investita da un'auto mentre attraversava la strada. È successo in Corso Vittorio Emanuele a Talsano.

    In seguito alle indagini e ai 52 arresti ordinati dalla procura distrettuale antimafia nella giornata di ieri, lunedì 6 ottobre, il consigliere comunale Angelo Bonelli esorta il Prefetto di Taranto a verificare «se ci siano le condizioni per lo scioglimento del Comune di Taranto per infiltrazioni mafiose ai sensi dell'art.143 del dlgs 267/2000».

    Non si saprà prima di stasera o al massimo domani mattina, la decisione della prima sezione della Corte di Cassazione, riguardo l'ipotesi di spostare il processo Ilva “Ambiente Svenduto” in altra sede.

    Era ricercato da diversi giorni, dai Carabinieri di Pulsano, un 34 enne di Faggiano segnalato alle forze dell’ordine per aver messo in piedi un’attività di spaccio di sotanza stupefacente.

    Arriva la sentenza del Processo “Boc”, relativo all’emissione di buoni obbligazionari comunali, i Boc. Si trattava di un maxi finanziamento da 250 milioni di euro concesso dalla Banca Opi che portò al dissesto il Comune di Taranto nel 2006 sotto la giunta Di Bello.

    I due consiglieri provinciali del Partito Democratico, Gianni Azzaro, al quale era stato affidato la carica di vicepresidente e Pietro Bitetti con delega assessorile, hanno rimesso le proprie deleghe.

    È un appello alle Istituzioni, alle associazioni, agli imprenditori e ai commercianti quello che giunge dal presidente dell'associazione “Made in Taranto”, Gianluca Lomastro affinché si collabori insieme alla determinazione urgente di tutto quanto necessario per l’istituzione di un’area espositiva delle eccellenze tarantine all’interno del salone Expo 2015.

    Il Governo Regionale, ha approvato questa mattina, lunedì 6 ottobre, su proposta dell'Assessore alla Qualità dell'Ambiente, Lorenzo Nicastro, la delibera con cui si chiede al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare di riesaminare il Decreto Ministeriale 573/2011 con cui si concede la Via-Aia al progetto Tempa Rossa.

    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati