Martedì, 25 Settembre 2018
    Redazione

    Redazione

    Con il dibattito sulla relazione tenuta dall’assessore alle politiche del lavoro Leo Caroli nella seduta precedente, il Consiglio regionale ha iniziato ad affrontare l’ordine del giorno.

    La Marina Militare comunica con un tweet l'arrivo di un nuovo sbarco a Taranto. Lo conferma anche il vicesindaco Lucio Lonoce.

    Ieri pomeriggio, gli Agenti della Polizia hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 26enne, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, poichè ritenuto responsabile di una rapina avvenuta lo scorso 19 marzo ai danni di una cartolibreria.

    Continuano senza sosta i controlli della polizia su tutto il territorio. Particolare attenzione è rivolta all'individuazione di armi ed esplosivi in uso alla malavita locale. In tale ambito gli agenti della "Sezione Falchi" hanno rinvenuto due ordini esplosivi artigianali del peso complessivo di circa 3 kg.

    Archiviate le prime due prove, gli oltre 5mila studenti di Taranto hanno avuto l'intero fine settimana a disposizione per prepararsi all'ultimo esame scritto della maturità, il test multidisciplinare.

    «Arriva troppo tardi», l'ordinanza firmata dal sindaco Stefàno nella quale viene prescritto all'azienda di avviare entro 30 giorni l'attività per la captazione dei vapori derivanti dal raffreddamento della ghisa, per la raccolta e il trattamento delle acque meteoriche, per il monitoraggio degli inquinanti dispersi in aria in alcuni reparti.

    «In 30 giorni non si fa niente». È questa la risposta che il sub commissario dell'Ilva Edo Ronchi indirizza al sindaco di Taranto, Ezio Stefano il quale solo ieri mattina ha firmato un'ordinanza con la quale ordina all'azienda siderurgica di eliminare, nel giro di un mese, l'inquinamento causato dalla granulazione della ghisa installando anche un sistema di monitoraggio.

    Si è conclusa qualche giorno fa la terza edizione del Premio “Gruppo dello Zuccherificio” per il Giornalismo D'inchiesta. In collaborazione con il Comune di Ravenna, LiberaInformazione, AltrEconomia, I Siciliani Giovani e Articolo 21, l'associazione “Gruppo Dello Zuccherificio”, che si propone «di denunciare, informandoci direttamente sui fatti da fonti non filtrate, gli attacchi alla nostra democrazia, gli abusi di potere e le restrizioni delle nostre libertà di cittadini», ha indetto nei mesi scorsi e per il terzo anno consecutivo, l'ambito riconoscimento dedicato alle inchieste giornalistiche realizzate sul territorio nazionale nell'anno 2013, inedite o diffuse tramite carta stampata, internet e nuovi media.

    La Corte di Assise di Taranto ha sanato alcuni errori materiali nella sentenza del 20 aprile 2013 per l'omicidio di Sarah Scazzi, la 15enne di Avetrana strangolata e gettata in un pozzo il 26 agosto di quattro anni fa.

    Il sindaco di Taranto, Ezio Stefano, ha firmato un'ordinanza con la quale impone all'Ilva di «avviare entro 30 giorni di concerto con Arpa Puglia e Asl Taranto le attività volte alla realizzazione di un idoneo sistema di captazione e trattamento dei vapori derivanti dal raffreddamento della ghisa».

    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati