Giovedì, 06 Agosto 2020

    Stagione concertistica degli Amici della Musica «Arcangelo Speranza»: il programma

    La musica, il teatro, la lirica, la danza e la poesia nel segno dell’universo femminile. Parla per larga parte il linguaggio delle donne la 74esima Stagione concertistica degli Amici della Musica «Arcangelo Speranza», che si aprirà il 14 dicembre al Teatro Orfeo con la cantautrice Paola Turci per poi avere tra i protagonisti Maddalena Crippa in un omaggio ad Alda Merini, la poetessa dei navigli vissuta a Taranto durante uno dei momenti cruciali della sua esistenza, e due virtuose dei rispettivi strumenti, la violinista Francesco Dego e la pianista Serena Valluzzi.

    E se ad una donna simbolo, Carmen, sarà dedicato lo spettacolo del Balletto del Sud di Fredy Franzutti, un’altra figura femminile, capace di far trionfare l’amore interclassista, sarà la protagonista dell’intermezzo buffo «La serva padrona», produzione che viene ripresa dopo il recente successo di pubblico e critica al Giovanni Paisiello Festival.
    Sino a giugno saranno complessivamente venti gli appuntamenti tra l’Orfeo, il Tatà, il Salone della Provincia, la Concattedrale e il chiostro di Sant’Antonio, con finestre sul gospel di Vincent Bohanan & Sound of Victory, il groove di Gegè Telesforo e del leggendario James Taylor Quartet e sui destini incrociati degli anarchici Fabrizio De André e Don Andrea Gallo, in uno spettacolo musicale molto atteso dell’attore tarantino Michele Riondino. Ma ci sarà spazio anche per le famiglie col musical che celebra i sessant’anni dello Zecchino d’Oro.
    Dunque, partenza il 14 dicembre con Paola Turci (Teatro Orfeo) e le canzoni dell’album «Il Secondo Cuore New Edition», in uscita nei prossimi giorni con tre inediti, prologo al concerto natalizio del 20 dicembre con il gospel di Vincent Bohanan & Sound of Victory (Concattedrale).
    L’anno nuovo si aprirà il 12 gennaio (Teatro Orfeo) con la «Carmen» del Balletto del Sud coreografata dal salentino Fredy Franzutti e proseguirà il 25 gennaio (Tatà) nel segno della classica con la violinista Francesca Dego accompagnata al pianoforte da Francesca Leonardi.
    «Follia, l’altra verità» s’intitola lo spettacolo del 31 gennaio (Tatà) nel quale l’attrice David di Donatello, Maddalena Crippa, una carriera accanto a Giorgio Strehler e Peter Stein, interpreterà i testi di Alda Merini sulle musiche suonate dal vivo da Mario Ancillotti (flauto), Claude Hauri (violoncello) e Antonino Siringo Yeknur (pianoforte).
    Il 10 febbraio (Tatà), Gegè Telesforo, il poliedrico talento scoperto anni fa da “zio” Renzo Arbore, presenterà il recente il progetto «SoundzforChildren» con Alfonso Deidda, Seby Burgio, “Fratello” Joseph Bassi e la vocalist salentina Carolina Bubbico. Sulla stessa linea d’onda sarà l’appuntamento del 28 febbraio (Tatà), al suono inconfondibile dell’organo Hammond, con la band dell’inventore dell’acid jazz, il James Taylor Quartet.
    Il 9 marzo (Teatro Orfeo) Michele Riondino farà incontrare le canzoni di Fabrizio De André e l’umanesimo di Don Andrea Gallo, “quello strano prete” amico del cantautore genovese con il quale condivideva l’attenzione per gli ultimi e gli emarginati. Ad accompagnare l’attore tarantino una band composta da Francesco Forni, Ilaria Graziano e Remigio Furlanut.
    Con un tuffo indietro nel tempo, il 19 marzo (Teatro Orfeo), i bambini di ieri e di oggi potranno rivivere le musiche del «Magico Zecchino d’Oro», lo spettacolo che rende omaggio ai sessant’anni della celebre trasmissione televisiva, mentre il 19 aprile (Teatro Orfeo) tornerà in scena lo spettacolo in chiave American Graffiti di Chicco Passaro per l’operina di Giovanni Paisiello, «La serva padrona». E sarà un ritorno, il 14 maggio (Salone della Provincia), anche quello della pianista Serena Valluzzi, vincitrice lo scorso maggio della 55a International Piano Competition «Arcangelo Speranza», concorso che nel 2018 si terrà dal 24 al 26 maggio.
    Previsti, ancora, quattro concerti a giugno nello splendido chiostro di Sant’Antonio, con il Duo Mondi Trio, Alberto Ferro, il progetto Napolide e il clavicembalista Jacopo Raffaele, e gli appuntamenti della sezione «Young» che tanto successo di pubblico hanno fatto registrato nella passata edizione. I giovani talenti che si ascolteranno nel Salone della Provincia saranno il chitarrista Michele Santoro e il fisarmonicista Bruno Galeone (21 gennaio), il pianista Roberto Imperatrice (4 febbraio), la violinista Flavia Truppa e la pianista Cinzia Decataldo (18 febbraio), il Saxopoker (4 marzo) e il pianista Giuseppe D’Elia (8 aprile).
    La 74a Stagione concertistica degli Amici della Musica «Arcangelo Speranza» è sostenuta da Mibact, Regione Puglia, Provincia e Comune di Taranto.

    Gli abbonamenti e i biglietti possono essere acquistati dai docenti con la Carta Docenti e dai diciottenni con App 18, direttamente online sul sito www.liveticket.it.

    Info Amici della Musica Taranto 099.7303972.


    ABBONAMENTO GENERALE (20 concerti)
    Platea e I galleria all’Orfeo - Posto unico al Tatà: € 255,00
    II galleria all’Orfeo - Posto Unico al Tatà: € 205,00

    ABBONAMENTO BORGO (16 concerti - escluso TATÀ)
    Platea e I galleria all’Orfeo: € 220,00
    II galleria all’Orfeo: € 185,00

    I posti sono numerati solo all’ORFEO e al TATÀ

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati