Sabato, 22 Settembre 2018

    Concertone 1° maggio, smentite voci sugli artisti partecipanti

    Foto di repertorio Foto di repertorio

    “Tutti i particolari saranno rivelati nei prossimi giorni”. Lo assicurano i direttori artistici Michele Riondino, Roy Paci e Diodato e tutti gli aderenti al comitato Cittadini e “lavoratori liberi e pensanti” che stanno lavorando incessantemente per curare ogni aspetto organizzativo.

    Il riferimento, ovviamente, è al concertone del Primo Maggio che torna quest’anno dopo lo stop del 2017 determinato dal concomitante appuntamento elettorale per il rinnovo del sindaco e del Consiglio comunale di Taranto.

    Il conto alla rovescia è quindi finalmente partito. La macchina dell’#unomaggioliberoepensante è in marcia per dare vita e corpo alla quinta edizione dell’evento.

    “Riguardo alla line up del concerto – fanno sapere gli organizzatori - e alle indiscrezioni senza fondamento circolate nelle ultime ore su alcuni siti nazionali si precisa che nessun nome dei partecipanti all'edizione 2018 è stato ancora ufficializzato”.

    “Non mancheranno le sorprese – avvertono dal comitato. Il concerto inizierà con le performance di 5 band emergenti che si aggiudicheranno il contest “Destinazione Uno Maggio”, nonché con la presentazione di progetti a favore del territorio elaborati dagli studenti delle scuole nel corso degli incontri e dei laboratori denominati #Unomaggioacolori”.

    “La formula del concertone, per il resto, resterà immutata – dicono ancora in una nota stampa gli organizzatori -: la musica è un veicolo di festa e informazione, non è il fine. L’Uno Maggio Libero e Pensante inizierà al mattino con il tradizionale dibattito che illustrerà il documento politico della manifestazione, basato quest’anno sulle linee guida dell’accordo di programma finalizzato alla chiusura dell’Ilva, alla bonifica e alla riconversione del territorio. Al termine dell’incontro, spazio alla musica fino a tarda sera”.

    “Vogliamo che sia la festa di tutti – ha dichiarato nei giorni scorsi Michele Riondino - . Mi piacerebbe che tutti, anche chi non la pensa come noi e non ci ama, difendesse una manifestazione che mostra al mondo Taranto così come la vorremmo. Serve un po’ d’affetto da parte di tutti di fronte ad una iniziativa così grande”.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati