Venerdì, 17 Agosto 2018

    Al via Medimex, ecco il programma

    By Marco RUFFO Giugno 05, 2018 944
    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    100 testate accreditate, 100 eventi in 5 giorni, 200 artisti. Sono questi, in sintesi, i numeri del Medimex il Festival musicale organizzato da Puglia Sounds che quest’anno si terrà a Taranto per volere del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano.

    Medimex, come ha spiegato questa mattina durante la conferenza stampa di presentazione Cesare Veronico, numero uno di Puglia Sounds, non è un evento, ma una molteplicità di appuntamenti dedicati alla musica - concerti, panel con artisti affermati e nomi noti della scena nazionale, proiezioni cinematografiche, mostre fotografiche e dj set – che faranno di Taranto il palco scenico di una rassegna capace di generare flussi turistici rilevanti.

    Secondo l’assessore alla Cultura, Loredana Capone, Medimex è anche una riflessione sul significato del fare musica nel nuovo millennio, sui cambiamenti del mondo della discografia e sulle strategie che i nuovi autori, che sono anche imprenditori di se stessi, devono adottare per farsi strada.

    Immancabile, anche se non esplicito, il riferimento all’Ilva da parte del governatore Emiliano che ha descritto il Medimex come un grande evento per veicolare la bellezza di Taranto e la sua vitalità nel mondo, ma ha anche avvertito che “non ci si può illudere di mettere il vestito buono avendo dentro una malattia che rende la vita impossibile”.

    Poi c’è la città che sarà protagonista con le sue diverse le location. Una città che da giorni si prepara alla 5 giorni con una serie di eventi collaterali, ma che presto verrà “invasa” dalla macchina organizzativa del festival e dai tanti appassionati di musica che non vorranno perdersi questo appuntamento.

     

    I concerti

    Giovedì 7 arriveranno a Taranto i padri della musica elettronica, ovvero i Kraftwerk con il loro spettacolo 3D, mentre i Placebo si esibiranno venerdì 8 giugno. Entrambi i gruppi saliranno sul palco allestito sulla rotonda del Lungomare. A questo proposito, Cesare Veronico ha voluto rimarcare che sono stati scelti dei luoghi simbolo della città, ma anche degli scorci che possano essere veicolati sui social facendo pubblicità a Taranto. Inevitabilmente tutto questo genererà dei disagi relativi alla circolazione stradale, ma saranno ampiamente ripagati dalla promozione che la città riceverà.

    Nitro è l’artista hip hop che si esibirà per il Raffo Fest sabato 9 giugno sulla rotonda del Lungomare, ma lo si potrà incontrare anche in occasione di «Incontri d’autore» di domenica 10 giugno, alle ore 12.

     

    Incontri d’autore

    La programmazione degli «Incontri d’autore»  inizierà con il cantautore tarantino Diodato giovedì 7 giugno, alle ore 17, nella Villa Peripato, dove si terranno anche tutti gli altri «Incontri d’autore».

    Venerdì 8 sarà invece la volta di cinque esponenti di punta della canzone italiana d’autore. Si partirà, alle ore 11.30, con Max Gazzè, chiamato a raccontare il suo originale percorso artistico, fatto di ricerca del nuovo, e la sua odierna avventura musicale e personale, quella dell’opera «Alchemaya» e della canzone «La leggenda di Cristalda e Pizzomunno».

    Si proseguirà con Emma Marrone, che incontrerà il pubblico alle ore 15.30 e con Giuliano Sangiorgi, che alle 18.30 parlerà dell’esperienza con i “fratelli” della band i Negramaro, che, dalle cantine agli stadi, sono riusciti a coniugare rock e canzone, come pochissimi erano riusciti a fare prima.

    Raphael Gualazzi è  atteso alle ore 20 per parlare del suo ruolo di musicista, ma anche di entertainer, cioè della propria capacità di fare musica e divertire il pubblico.

    Ghemon aprirà gli «Incontri d’autore» di sabato 9 giugno, alle ore 11.30, mentre Renzo Rubino è atteso alle ore 15.30. Una scarica di adrenalina sarà l’incontro delle ore 18 con Paul Cook, batterista dei Sex Pistols, la band che alla fine degli anni Settanta cambiò per sempre la storia del rock facendo esplodere il punk, un fenomeno capace di influenzare le generazioni successive. Dal canto suo, Mirkoeilcane, che si racconterà in Villa Peripato, alle ore 20, per l’ultimo appuntamento della giornata.

    .

    La mostra sui Nirvana

    «Kurt Cobain & Il Grunge: Storia di una Rivoluzione. Fotografie di Michael Lavine e Charles Peterson» è l’evento in programma da venerdì 8 giugno al 1° luglio al Museo Archeologico Nazionale di Taranto, in occasione del Medimex 2018.

    Il più importante museo al mondo sulla civiltà magno-greca che – come ha ricordato la direttrice del museo Eva degl’Innocenti  conserva numerosi reperti il cui tema figurativo principale è ispirato alla musica - apre le porte ad un gruppo idolatrato ancora oggi da tanti fan, creando un ponte ideale con la capitale del Grunge, Seattle.

    La mostra comprende settantotto foto esposte in due sezioni: da un lato trentotto immagini colte da Charles Peterson, che si concentrano sulla storia della nascita dei Nirvana, i concerti live e la scena Grunge, dall’altro quaranta scatti di Michael Lavine estratti da servizi posati e immagini per le riviste.

     

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    menu_alfredo.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati