Martedì, 17 Settembre 2019

    Rita Pavone e Vittorio De Scalzi insieme per l'omaggio a Bacalov

    “Indimenticabile Luis”. E' questo il titolo dello spettacolo che andrà in scena mercoledì 30 gennaio al Teatro Orfeo di Taranto. Un tributo a Luis Bacalov, grande musicista, compositore e direttore d’orchestra, affidato a Rita Pavone, Vittorio De Scalzi dei New Trolls, il coro di voci bianche delle scuole di Taranto e l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal maestro Piero Romano.

    Lo spettacolo proverà a raccontare l’ecletticità del maestro Bacalov che ha scritto musica pop, musiche da film, musica rock e musica sinfonica. Partendo dalla celebre canzone “Ci vuole un fiore” scritta in collaborazione con Sergio Endrigo, sino a “Questo nostro amore”, "La Partita di Pallone”, “Il ballo del mattone”, “Auguri a te” ed ancora il “Concerto grosso” dei New Trolls oltre alle splendide musiche da film intramontabili.

    L’arrangiamento per l’orchestra è a cura di Sandro Di Stefano, anch’egli compositore di musica per il cinema USA, noto al grande pubblico Italiano per le sue innumerevoli musiche originali per Alberto Angela e per le collaborazioni con Vanoni, Bennato, Lavezzi. Così sarà possibile ascoltare, ad esempio, "W la pappa al pomodoro", accompagnata dalle note cardine del Pinocchio di Comencini. Oppure sarà divertente assaporare "Ci vuole un fiore" di Sergio Endrigo, mentre viene accompagnata da "Isn’t she lovely" di Stevie Wonder.

    La musica e la figura di Bacalov saranno raccontate da Giorgio Verdelli, autore, regista e produttore di documentari e programmi musicali, tra i maggiori esperti di musica internazionale, vincitore del Nastro D'argento 2018 per il documentario "Il Tempo Resterà" dedicato a Pino Daniele.

    Un'ultima menzione la merita il coro di voci bianche composto da circa 60 elementi provenienti dagli istituti comprensivi XXV luglio – Bettolo, Renato Moro e scuola Alessandro Volta, che faranno arrivare al compianto maestro la voce di Taranto.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati