Venerdì, 24 Maggio 2019

    Mysterium festival: presentata l’edizione 2019; ecco i principali appuntamenti In evidenza

    Foto studio Renato Ingenito Foto studio Renato Ingenito

    Il Mysterium festival cresce e si arricchisce di anno in anno. E l’edizione del 2019, presentata questa mattina presso l’arcivescovado di Taranto, si annuncia come una delle più coinvolgenti della storia recente di questo festival.

    Ricco e vario il cartellone predisposto. Un programma in cui le arti dialogano continuamente e che si caratterizza per una forte spinta innovatrice

    Gli appuntamenti da segnare sul calendario si susseguiranno nel periodo compreso tra il 27 marzo ed il 21 aprile. Si partierà con il Requiem di Verdi, diretto dal maestro Gianluigi Gelmetti, presso la Concattedrale di Taranto il 27 marzo alle 21.00, e si proseguirà con il Requiem di Mozart, sabato 30 marzo, alle ore 20.00, presso la chiesa Madonna della Salute.

    Taranto si prepara inoltre ad ospitare nomi noti del panorama musicale, culturale ed anche comico. Sabato 13 aprile, a Palazzo Pantaleo, si esibirà Peppe Servillo, accompagnato dalla chitarra di Cristiano Califano, nello spettacolo ‘Amore non amore’ tratto dall’omonimo libro di Franco Marcoaldi.

    Altro volto conosciuto al grande pubblico è quello dello psicologo Paolo Crepet che il 15 aprile, presso l’ex caserma Rossarol, ci parlerà delle molteplici sfaccettature della passione.

    Da non perdere la reinterpretazione della Bibbia che offrirà il comico Paolo Cevoli, mercoledì 17 aprile alle 21 al teatro Orfeo. Un monologo in cui verranno presentati in maniera scanzonata alcuni grandi personaggi dell’Antico Testamento.

    Il gran finale sarà rappresentato dal concerto di Pasqua che si terrà domenica 21 aprile nella cattedrale di San Cataldo a partire dalle ore 20.00. Si esibiranno il controtenore Aurelio Schiavone, i soprani Valeria La Grotta e Maria Chiara Scarale, il baritono Luca Simonetti ed il tenore Leopoldo Punziano. Nell’occasione l’orchestra della Magna Grecia sarà diretta dal Maestro Piero Romano.

    Ad intervallare questi eventi ci saranno molti altri appuntamenti di notevole interesse. Si pensi al Mysterium film, sezione dedicata ad alcune pellicole in prima visione cinematografica come Ben il Beck (proiezione martedì 2 aprile, al teatro Orfeo, ore 20), Papa Francesco, la pellicola di Wim Wenders presentata a Cannes (proiezione 8 aprile, al teatro Orfeo, ore 20).

    Il Mysterium festival diventa quindi, come ribadito dall’assessore comunale Marti e dal maestro Piero Romano durante la conferenza odierna, un grande attrattore turistico, culturale e religioso per una comunità che intende valorizzare i propri Riti della Settimana Santa, moltiplicando le suggestioni che da essi provengono. Fondamentale per la crescita del festival è però l’impulso che allo stesso sta conferendo l’arcidiocesi di Taranto e monsignor Filippo Santoro, in particolare. Un impulso che conferma la profonda dedizione e la grande lungimiranza dell’arcivescovo metropolita nei confronti della comunità ionica.

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    banner_igenia.jpg
    engineering.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati