Giovedì, 05 Dicembre 2019

    #BeAlternatives e #TedXTaranto: l’alternativa è già qui

    Foto Studio R. Ingenito Foto Studio R. Ingenito

     

    Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione degli eventi che interesseranno la città dal 27 al 29 novembre

    È tutto pronto per #BeAlternatives e #TedXTaranto: i due grandi eventi dedicati ai giovani e alle opportunità di confronto con il mondo del lavoro a livello internazionale arrivano a Taranto nelle giornate del 27, 28 e 29 novembre. Il programma e gli obiettivi degli organizzatori sono stati illustrati questa mattina presso l'Istituto Salesiano di Taranto, sala Don Bosco, in viale Virgilio 97.

    Oltre all’organizzatore Francesco Giuri, presidente dell’Associazione Stella Marina, hanno presenziato l'assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Mino Borraccino, l'assessore alla Polizia Locale del Comune di Taranto Gianni Cataldino e il presidente della Camera di Commercio di Taranto Luigi Sportelli. 

    Nel corso degli interventi stati svelati tutti i dettagli sulla importante “tre giorni” che ospiterà diciotto protagonisti internazionali del mondo dell'impresa, della cultura e dell'innovazione.

     «BeAlternative è più di un evento - ha spiegato Francesco Giuri - è la ricerca di una strategia da porre sul territorio per migliorare la nostra condizione. Gli ospiti e i collaboratori sono tutti amici che hanno scelto di offrire il proprio supporto. La manifestazione si svilupperà in tre giornate: nella prima, il 27, la “scintilla di coraggio” arriverà nelle scuole, bacino del futuro della città. Un mentore internazionale e un imprenditore locale testimonieranno la presenza sul territorio e non solo di persone che hanno successo. Il secondo giorno per nove ore nelle sale della Camera di Commercio si terranno workshop, speech, incontri business. Giovani, imprenditori e curiosi potranno interagire con ospiti internazionali tra cui cinque tarantini. Contemporaneamente il 28 ci sarà il recruitment day nell’Istituto Salesiano (dedicato a Don Bosco, il primo sindacalista): sette aziende cercheranno giovani da assumere. Infine il 29 sarà il giorno del TedXTaranto, spargiamo idee innovative con diciotto ospiti sul palco del teatro Fusco concesso dal Comune di Taranto. L’alternativa esiste, parliamo di fatti: diciotto personaggi a livello mondiale a disposizione di tutti».

    L’assessore allo sviluppo economico della Regione Puglia Mino Borraccino ha sottolineato: «C’è grande attesa per queste giornate in cui ci sarà l’incontro con imprese internazionali. Si tratta di eventi importanti che danno lustro alla nostra città e possono infondere sana energia vitale e il giusto fermento giovanile. Oltre ad affrontare l’immediato dobbiamo studiare le strategie giuste per il futuro della nostra città, opportunità come queste non ce le lasciamo sfuggire».

    Anche l’Amministrazione comunale è vicina all’evento.  «Sarà una grande occasione di confronto - ha affermato l'assessore alla polizia locale Gianni Cataldino - : è una possibilità da capitalizzare per un territorio che vuole cambiare: confrontarsi con altre realtà, scambiare esperienze importanti, ricevere nuovi stimoli per i giovani. Come Amministrazione ci stiamo già muovendo in questa direzione, come accaduto per l’Università a Taranto. Vogliamo ora favorire la nascita di nuove imprese: così risulta fondamentale un confronto con chi ha già esperienza. In una tre giorni di confronto gli organizzatori sono riusciti a tenere insieme tutti attori istituzionali del territorio intorno al programma, tutti devono essere uniti in ragione di uno sviluppo alternativo».

    La Camera di Commercio sarà la casa dell’evento #BeAlternatives. Il presidente Luigi Sportelli ha aggiunto: «Siamo sempre vicini alle iniziative strategiche per i giovani, questa è un’opportunità eccezionale per il territorio. Ci saranno tanti tarantini di grande successo, pronti a raccontare la loro storia. Questa grande kermesse ha un rilievo straordinario per Taranto. Alternativa, visione e tecnologia sono le tre parole chiave. Alternativa perché non è più procrastinabile la risoluzione del problema Ilva, bisogna costruire un’alternativa partendo dalle vocazioni del territorio e puntare sull’innovazione. Da anni investiamo sull’economia civile, oggi rappresentiamo un punto di riferimento per il settore: essere visionari paga. Infine per l’imprenditoria la tecnologia rappresenta un alleato strategico».

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati