Venerdì, 14 Agosto 2020

    Al Teatro Orfeo arriva Nancy Brilli

    Giovedì 12 dicembre alle 21 al teatro Orfeo di Taranto, ci sarà la commedia “A che servono gli uomini?” con Nancy Brilli. Commedia scritta da Iaia Fiastri, con messa in scena di Lina Wertmuller, è il secondo appuntamento della Stagione del Teatro leggero dell’Associazione “Angela Casavola”.


    La rassegna

    Il via alla rassegna lo scorso novembre con la Rimbamband. Stagione inaugurata dal gruppo musicale e comico barese, che ha aperto la strada alla ventottesima edizione della rassegna a cura di Renato Forte. In realtà la “vernice” della Stagione era stata affidata a Raoul Bova (“Love letters” con Rocio Munoz Morales), che alla vigilia della data tarantina ha annullato la serie di impegni teatrali in tutta Italia (al posto del popolare attore, in programma il 9 marzo il “Francesco Cicchella Show”, con la regia di Gigi Proietti).

    “A che servono gli uomini”


    Dunque, giovedì prossimo al teatro Orfeo, “A che servono gli uomini”, commedia con musiche scritta da Jaja Fiastri, commediografa di successo e storica collaboratrice della premiata ditta “Garinei e Giovannini” con la quale firma, tra gli altri, “Aggiungi un posto a tavola”, “Alleluja brava gente” e “Taxi a due piazze”.

    Nel 1988, anno della prima messa in scena della commedia, la protagonista fu interpretata da Ombretta Colli, mentre suo marito, Giorgio Gaber, curò una colonna sonora ricca di ritmi, originalità, brani belli e semplici che arrivano subito all’orecchio e rimangono nella testa degli spettatori.

    Protagonista del nuovo allestimento è, invece, l'attrice Nancy Brilli. A lei spetta il ruolo di Teodolinda, “Teo” per gli amici, donna in carriera stufa del genere maschile, tanto da ritenersi soddisfatta della vita da single con un solo rimpianto: non aver mai avuto un figlio. Attraverso una serie di divertenti contrattempi, “Teo” sottrarrà una provetta custodita in un istituto di ricerche genetiche dove si pratica l’inseminazione artificiale, riuscendo a diventare madre senza avere i fastidi di un rapporto con l’altro sesso.

    «A dispetto del titolo – sottolinea Lina Wertmuller, cui si deve la messa in scena dello spettacolo – “A che servono gli uomini?” non è una commedia femminista; più attuale che mai, tocca un tema caro a molte donne sole: il desiderio di avere un figlio. Con leggerezza, ironia, equivoci e tante risate, la commedia racconta l’avventura di una donna determinata, che ritiene di poter vivere felicemente sola e che decide, prima che sia troppo tardi, di mettere al mondo un figlio utilizzando la fecondazione artificiale” «». Questi, i personaggi (e gli interpreti): Teodolinda (Nancy Brilli), Samantha (Giulia), Giovanni Padovan (Igi), Markus (Nicola), Osvaldo (Daniele Antonini), Carmela (Fioretta Mari).

    Info: Box Office via Nitti 106 (angolo via Oberdan), 9.30/13.00-17.30/20 (sabato 9.30/12.30), telefono: 099.4540763. La vendita proseguirà la sera dello spettacolo al botteghino del teatro Orfeo, via Pitagora 80 (099.4533590).

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati