Stampa questa pagina

Rassegna Estiva 2020 Villa Peripato: si riparte

Foto F. Manfuso Foto F. Manfuso

Si accendono i riflettori sull’estate 2020. Questa mattina, lunedì 22 giugno, è stata presentata nei giardini de La Capannina – Villa Peripato, la Rassegna Estiva voluta da “Il Palcoscenico Taranto”, società che gestisce la zona teatro e bar.


“Essere qui oggi è un bel segnale - ha dichiarato l’assessore alla cultura e agli eventi Fabiano Marti - una bella ripartenza per la città. Qualche mese fa sembrava una di quelle cose che non sarebbero ripartite, invece ci siamo, anche se con le dovute limitazioni. Ringrazio chi non si ferma. Questa rassegna vede la partecipazione di tanti tarantini, la città ha molti talenti, sono contento quando qualcuno li offre il giusto spazio. Sono anche onorato di vedere un mio testo da autore”.
La Rassegna Estiva, che comprende teatro e cinema, è stata illustrata nel dettaglio da Gianni e Dino Panariti, e Gabriella Casabona, direttore artistico. Si parte domenica 28 e lunedì 29 giugno con il doppio appuntamento con il cinema, venerdì 3 luglio invece si riaccenderanno le luci sul grande palco con il primo appuntamento di teatro.
“Avremo 12 appuntamenti di teatro (anche musica e cabaret) e 12 appuntamenti di cinema - ha spiegato Casabona -. La rassegna cinematografica è stata curata anche quest’anno da Elio Donatelli. Il primo venerdì di luglio si partirà con il teatro della compagnia di Lino Conte con lo spettacolo ‘Emmò?…Facìmene ‘na bella resate’, titolo che spiega ciò che abbiamo passato e ciò che vogliamo, tornare alla normalità. Certo, ci sono obblighi da rispettare come il distanziamento, chi fa parte stessa famiglia potrà sedere vicino, chi non si conosce vedrà due posti vuoti accanto. I volontari della protezione civile ci daranno una mano nell’accesso al botteghino e al teatro. La mascherina non è obbligatoria perché siamo all’aperto. La prevendita sarà il lunedì e il giovedì al botteghino del teatro dalle 19.30 alle 20.30, per evitare che la sera degli spettacoli si formi una lunga coda. Vogliamo donare ore di serenità e di allegria, chiediamo un po’ di collaborazione”.

Vota questo articolo
(1 Vota)