Venerdì, 19 Ottobre 2018

    Dodicesima edizione del "Giovanni Paisiello Festival": ritorno alla cultura musicale del 700

    Si svolgerà dal 5 al 18 settembre nel prestigioso Chiostro del museo diocesano Mudi, il “Giovanni Paisiello festival”, manifestazione pugliese d’eccellenza della musica e della cultura, dedicata al grande compositore tarantino del periodo tardo-barocco.

     

    Quest'anno per la dodicesima edizione della manifestazione, l’offerta musicale punta alla valorizzazione del patrimonio della scuola appulo-napoletana del ‘700. In tal senso, è apparso importante ritornare a promuovere la vocalità settecentesca con due preziosi recital, dedicati ai grandi divi del XVIII secolo. Nel primo, Era la notte…, che inaugurerà il Festival il prossimo 5 settembre 2014, alle ore 21.00, l’affascinante e bravissimo soprano veronese Stefania Bonfadelli proporrà, insieme con Davide Delli Santi al cembalo, una serie di brani inediti del periodo barocco, volti a ricreare le suggestioni delle accademie settecentesche, anche nella successiva rilettura di autori italiani e ispanofoni a noi più vicini.Sempre nel corso della serata del 5 settembre sarà anche assegnato il prestigioso “Premio Giovanni Paisiello Festival” 2014, riconoscimento attribuito annualmente a figure di studiosi, personalità dello spettacolo o istituzioni che abbiano contribuito alla riscoperta e valorizzazione del patrimonio musicale di Paisiello.
    L’integrale dei quartetti per archi di Giovanni Paisiello costituirà il secondo appuntamento del Festival, martedì 9 settembre, con l’ensemble Quartetto d’Archi “Il Partimento” guidato da Fabio Cafaro, curatore anche dell’edizione critica. La vocalità torna per la seconda volta protagonista con l’appuntamento intitolato Le soavi voci dei castrati, previsto per venerdì 12 settembre. Ad accompagnare il sopranista Paolo Lopez si esibirà l’Orchestra Barocca La Confraternita dei Musici diretta da Cosimo Prontera al cembalo.
    La novità di quest'anno è quella di abbinare la consueta riflessione storica sulla cultura musicale del ‘700 ad uno spazio divulgativo e d’ascolto più piacevole per un pubblico “allargato”. È attesa per lunedì 15 settembre la lezione-concerto “Turcherie Barocche” proposta da Lorenzo Mattei. Eccezionalmente per questo spettacolo l'appuntamento sarà presso il centro-eventi “Arco Paisiello”, in Arco Giovanni Paisiello n. 6, a Taranto.
    Evento conclusivo e fiore all’occhiello del Giovanni Paisiello Festival 2014 sarà il ritorno alla produzione in forma scenica di un melodramma del compositore tarantino, lo squisito intermezzo a quattro voci La Semiramide in villa.
    Durante il periodo della rassegna saranno infatti visitabili, presso il Mudi – Museo diocesano di Taranto, la mostra iconografica per ragazzi “I Musicisti Pugliesi”, curata da Angelo Pascual De Marzo dell’Associazione Culturale “I luoghi della musica”, la mostra fotografica “Istantanee W.I.P. Paisielliane” ed una rassegna insolita e “frizzante” di scatti di Carmine La Fratta, effettuati spettacolo per spettacolo proprio durante l’edizione 2014 del Giovanni Paisiello festival.

    Tutti gli spettacoli del Festival inizieranno alle ore 21.00. Il costo dei biglietti per i concerti è di € 10,00. Per l’opera La Semiramide in Villa il costo dei biglietto è di € 18 per la prima (17 settembre) e di € 13 per la replica (18 settembre). I ragazzi fino a 18 anni pagano € 5,00.Le prevendite a Taranto sono in corso presso la nuova sede degli Amici della Musica in via Toscana n. 22/A - tel. 099.7303972; presso Basile Strumenti Musicali in via Matteotti n° 14 - tel. 099.4526853; presso Box Office in via Nitti n° 106/a - tel. 099.4540763.
    Per maggiori informazioni telefonare al numero 099.7303972 o consultare il sito www.giovannipaisiellofestival.it

     

     

    Vota questo articolo
    (0 Voti)
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    banner_igenia.jpg
    energy.jpg
    engineering.jpg
    iblpartners_cis_rb_corona_banner_470x700.jpg
    © 2014 associazione CronacheTarantine. Tutti i diritti sono riservati